Linee guida sui dispositivi di trattamento delle acque ai sensi del D.M. 7 febbraio 2012, n.25

Curate dal Ministero della Salute in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità nel 2013 e sempre attuali, sono finalizzate alla descrizione dei trattamenti per le acque destinate al consumo umano conosciuti a livello nazionale.

Elaborate sulla base dei dettami del D.M. 25/2012, e tenendo conto delle specifiche norme che regolano la produzione e l’utilizzo delle specifiche tecnologie di trattamento, le linee guida sono finalizzate alla descrizione dei trattamenti per le acque destinate al consumo umano conosciuti a livello nazionale, a supporto di scelte consapevoli da parte dei consumatori e tenendo anche conto del quadro generale della qualità delle acque destinate al consumo umano in Italia.

I trattamenti considerati nel documento si basano su diversi processi fisici e chimici e non rivestono carattere sanitario, indirizzandosi principalmente a modificare le caratteristiche organolettiche dell’acqua, rimuovendo sostanze responsabili delle alterazioni dell'odore e del sapore e/o combinando processi di gassatura e/o refrigerazione.

L’ambito di impiego delle apparecchiature, che determina anche specifiche responsabilità e criteri di sorveglianza sui sistemi di trattamento, considera sia gli utilizzi domestici che in esercizi commerciali, e include anche i trattamenti per erogazione di acque in unità distributive aperte al pubblico, note come “chioschi dell’acqua”, di recente diffusione in molte realtà territoriali.

Tutte le news dall'associazione
AQUATECH Amsterdam 2019
19 novembre 2019
AQUATECH Amsterdam 2019
Chioschi dell'acqua
16 luglio 2019
Chioschi dell'acqua
Ecobonus
16 luglio 2019
Ecobonus