Attiva dal 28 ottobre la banca dati SCIP

Le informazioni contenute nella banca dati sono a disposizione del pubblico, in particolare dei gestori di rifiuti e dei consumatori. L’obbligo di trasmettere i dati si applica dal 5 gennaio 2021.

SCIP [Substances of Concern In articles as such or in complex objects (Products)] è la banca dati contenente informazioni relative alle sostanze preoccupanti presenti negli articoli in quanto tali o in oggetti complessi (prodotti) istituita a norma della Direttiva Quadro sui Rifiuti (WFD). Tale direttiva, che stabilisce misure per affrontare gli effetti negativi della produzione e della gestione dei rifiuti sull’ambiente e sulla salute umana e per migliorare l’uso efficiente delle risorse per il passaggio a un’economia circolare, ha conferito all’ECHA (European Chemicals Agency) il compito di sviluppare una banca dati degli articoli contenenti sostanze estremamente preoccupanti (SVHC - Substances of very high concern) presenti nell’elenco di sostanze candidate. A tale elenco vengono regolarmente aggiunte nuove sostanze nell’ambito del regolamento REACH.

La banca dati contiene informazioni presentate all’ECHA dalle aziende che producono, assemblano, importano o forniscono articoli contenenti sostanze incluse nell’elenco di sostanze candidate. Questi articoli possono essere prodotti nell’UE o importati da paesi esterni all’UE. Le informazioni contenute nella banca dati aiuteranno gli operatori che si occupano di gestione dei rifiuti a selezionare e riciclare gli articoli contenenti sostanze estremamente preoccupanti e aiuteranno i consumatori a fare scelte informate e a considerare come utilizzare e smaltire al meglio tali articoli.

Se gli articoli prodotti, assemblati, importati o distribuiti contengono SVHC presenti nell’elenco di sostanze candidate dell’ECHA in una concentrazione superiore allo 0,1 % in p/p è necessario presentare una notifica alla banca dati SCIP. L’obbligo di trasmettere i dati a SCIP si applica dal 5 gennaio 2021.

Per una migliore comprensione di quali siano i soggetti obbligati e di cosa occorrerà fare nella pratica, si rimanda all’infografica in italiano disponibile al link https://echa.europa.eu/it/scip-infographic, al documento “Information requirements for SCIP notifications”, contenente sia il completo background degli obblighi e dei soggetti obbligati con i riferimenti normativi sia alcuni suggerimenti per l'utilizzo del portale, e al documento "Obblighi per i fornitori di articoli: attuazione della nuova Direttiva Quadro sui Rifiuti e database SCIP".

Il portale di riferimento è disponibile al seguente link: https://echa.europa.eu/it/scip

 

Tutte le news dall'associazione