Apparecchi a pressione: le novità del Reg. 032/2013 per esportare in Russia e nei paesi EAEU

12.10.2021

Sono entrate in vigore il 3 ottobre 2021 le modifiche al regolamento tecnico TR CE 032/2013 sulla sicurezza di dispositivi e apparecchiature che operano sotto pressione, normativa obbligatoria per i paesi appartenenti allo spazio economico EAEU-Euroasian Economic Union (già Unione Doganale Euroasiatica) ovvero Russia, Kazakhstan, Bielorussia, Armenia e Kirghizistan.

Le novità interessano dunque tutti i produttori di apparecchi a pressione che esportano in questi mercati.

Tra i diversi aggiornamenti del regolamento tecnico Unione Doganale 032/2013 - analogo alla Direttiva PED applicata in Europa - ecco quelli più importanti, soprattutto in ottica di certificazione dei prodotti.

In merito all’applicabilità del regolamento sono state perfezionate alcune definizioni e specificati nuovi parametri per la categorizzazione di recipienti, tubature e valvole, oltre ad essere stati aggiunti alcuni ambiti in cui la norma non si applica, sia perché esistono regolamenti separati sia per caratteristica dei prodotti.

Con riferimento alla “garanzia della sicurezza dell’apparecchio nella progettazione e produzione” sono stati inseriti nuovi concetti, apportate modifiche ai formati dei passaporti così come è stata precisata la documentazione necessaria per attestare la sicurezza dell’apparecchio coinvolto. A questo si aggiunge la novità di dover accompagnare la documentazione tecnica redatta in una lingua straniera dalla traduzione in russo e, se richiesto, nella lingua di uno Stato membro dell’Unione.

Attenzione va posta anche alle modifiche degli allegati al Regolamento: l’Allegato 1 sulla “classificazione degli apparecchi per categoria di rischio” è stato completamente rinnovato con la revisione delle 9 tabelle per definire le categorie da assegnare ad apparecchi, tubazioni e caldaie e, inoltre, sono state eliminate alcune incongruenze, che portano però a non avere più garantita l’equivalenza con le tabelle PED.

Nell’Allegato 2 sui “requisiti di sicurezza per la progettazione e la fabbricazione degli apparecchi” sono state introdotte delle modifiche relative ad alcuni parametri e chiarimenti su calcoli, prove e materiali.

ICIM SpA, insieme al suo partner East Certification & Service, è a disposizione delle aziende che hanno interessi commerciali in Russia e nei paesi dell’Unione Doganale Eurasiatica per dare il supporto necessario alla verifica dell’applicabilità delle novità normative del regolamento 032/2013. Inoltre, ICIM SpA fornisce tutti i servizi di certificazione, di ispezione e di assessment per l’industria quali l’ottenimento di certificazioni di prodotto previste dal paese di importazione, l’ottenimento di permessi all’utilizzo e/o la redazione di specifiche expert conclusion, la realizzazione di documentazione specialistica inerente la conformità e la sicurezza del prodotto.

12.10.2021

Condividi

Ottobre 2021
Settembre 2021
Agosto 2021
Luglio 2021