Sostenibilità ambientale dell’industria italiana | avvio indagine Confindustria - ISPRA

6.04.2022

Confindustria e ISPRA, con il sostegno del Ministero della Transizione Ecologica, hanno avviato un progetto sperimentale per l’elaborazione di un Rapporto periodico della sostenibilità ambientale dell’industria italiana (RSAI), con l’obiettivo di fotografare e valorizzare gli sforzi per la sostenibilità ambientale della nostra Industria e di offrire alle Istituzioni uno strumento valido per monitorare e governare correttamente la transizione ecologica nel nostro Paese (per opportuno approfondimento è qui allegata una presentazione del progetto RSAI).

Il Rapporto sarà redatto seguendo rigorosi criteri scientifici e richiede il rilevamento di dati attraverso un questionario da somministrare a tutte le Imprese associate a Confindustria, che raccoglierà informazioni in tre ambiti: efficienza nell’uso delle risorse, circolarità nell’uso delle risorse e pressioni sulle matrici ambientali.

Sarà possibile fornire il proprio contributo compilando il questionario consultabile al presente link. La scadenza per la compilazione è attualmente fissata al 29 aprile ma verrà probabilmente prorogata di un ulteriore mese, e quindi ci sarà tempo fino a fine Maggio.

Le risultanze empiriche che emergeranno da questa prima edizione del Rapporto consentiranno a Confindustria di elaborare documenti di posizione da utilizzare nel confronto con le Istituzioni europee in vista delle 7 direttive previste dal Nuovo Piano di azione sull’economia circolare della Commissione europea, che contemplano misure significative per molti settori produttivi (imballaggi, eco-progettazione, edilizia, tessile, RAEE, aggiornamento della legislazione comunitaria in materia di consumatori per proteggerli da pratiche non sostenibili, plastica, alimentare, ecc.) e che segneranno le sfide che l’Industria dovrà raccogliere sulla strada della sostenibilità.

Ricordiamo che tutte le informazioni raccolte saranno utilizzate esclusivamente in forma aggregata per salvaguardare la privacy.

Note utili alla compilazione

  • Per evitare invii incompleti o non corretti, è opportuno che il questionario online venga compilato da un unico soggetto individuato dall’azienda, che sarà anche il vostro e il nostro referente unico per il progetto per quell’azienda. Il referente aziendale che compilerà il questionario potrà interrompere l’operazione in qualunque momento, salvando il questionario in modalità bozza. Al momento del salvataggio verrà chiesto di scegliere una password che potrà essere utilizzata successivamente per recuperare la bozza di questionario e continuare, così, con la compilazione.
  • Per agevolare la compilazione è disponibile, sempre in allegato, il questionario in formato pdf e una pratica guida alla compilazione.
  • Segnaliamo inoltre, che è stato anche attivato un Help Desk al seguente indirizzo mail rsai2022@isprambiente.it al quale potersi rivolgere per chiarimenti operativi relativi alle modalità di compilazione del questionario.
  • Vi informiamo che sul sito del Progetto RSAI, al seguente link sono state pubblicate alcune FAQ ed è stato altresì fornito un chiarimento in ordine al tema della riservatezza dei dati trasmessi e raccolti nell’ambito della rilevazione.

Maggiori informazioni sul progetto qui.

6.04.2022

Condividi