Linee guida etichettatura imballaggi: avviata la procedura di notifica TRIS

13.04.2022

Ai sensi della Direttiva 2015/1535 l’Italia ha notificato (2022/196/I) alla procedura TRIS[1], in data 7 Aprile 2022, il Decreto del Ministro della transizione ecologica n. 114 del 16 marzo 2022, recante adozione delle Linee Guida sull’etichettatura degli imballaggi, ai sensi dell’art. 219, comma 5, del d.lgs. n. 152/06.

Si ricorda che, in considerazione della necessità di prevedere una regolamentazione chiara e specifica sul corretto adempimento dell’obbligo di etichettatura che consenta agli operatori di non incorrere in violazioni di legge e, dunque, nelle conseguenti sanzioni amministrative disposte dalla normativa ambientale (art. 261, comma 3, ultimo periodo, D.Lgs. n. 152 del 2006), con l’art. 11, comma 2, del decreto-legge 30 dicembre 2021 n. 228, è stato introdotto il nuovo comma 5.1, all’articolo 219 del D.Lgs. n. 152 del 2006, che prevede l’adozione, attraverso un decreto di natura non regolamentare del Ministro della transizione ecologica, delle linee guida tecniche per la corretta etichettatura degli imballaggi di cui all’art. 219, comma 5, del D.Lgs. n. 152 del 2006.

L’obiettivo prioritario del presente intervento normativo è la definizione delle modalità operative sull’applicazione dell’etichettatura degli imballaggi, al fine di facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero e il riciclaggio degli stessi, nonché per dare una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali degli imballaggi, per fornire indicazioni chiare e uniformi agli operatori soggetti agli obblighi di etichettatura degli imballaggi, anche al fine di non incorrere in violazioni di legge e nelle conseguenti sanzioni.

Lo schema di decreto

Lo schema di decreto è composto da un unico articolo che disciplina la “Linea Guida sull’etichettatura degli imballaggi ai sensi dell’art. 219 comma 5 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm”, finalizzata al corretto adempimento degli obblighi disposti dall’art. 219, comma 5, del decreto sopra richiamato, nonché degli ulteriori obblighi di marcatura degli imballaggi previsti dall’art. 182-ter, comma 6, lett. b), dello stesso decreto legislativo per gli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile. Detta Linea guida è contenuta nell’Allegato 1, che costituisce parte integrante del decreto, e che potrà essere aggiornato o modificato periodicamente, con successivi decreti ministeriali, alla luce di nuove disposizioni di legge nazionale e/o comunitaria, nonché di nuove specifiche indicazioni, semplificazioni tecniche e modalità applicative dell’etichettatura derivanti da eventuali consultazioni e confronti con le Associazioni di categoria. Nel medesimo articolo sono stati, infine, indicati quali siano i destinatari del decreto, ossia tutti i soggetti sui quali ricade l’obbligo di etichettatura degli imballaggi.

Prossimi passi

La consultazione pubblica del decreto durerà 30 giorni e il termine per la presentazione dei commenti sul sito web di TRIS è fissato al giorno 8 Luglio 2022.

Al termine del periodo per l’invio dei commenti sarà possibile trovare alla pagina web https://ec.europa.eu/growth/tools-databases/tris/en/, sotto il file di notifica, le informazioni sulla reazioni della Commissione e/o degli Stati membri alla notifica.

Il decreto verrà pubblicato sul sito del Ministero della Transizione Ecologica, come previsto dal comma 5 articolo 1 dello stesso, al termine del suddetto periodo.

Si ricorda infine che l’art. 11, comma 1, del decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228, convertito con modificazioni dalla legge 25 febbraio 2022, n. 15, ha prorogato la sospensione fino al 31 dicembre 2022 dell’obbligo di etichettatura degli imballaggi di cui all’art. 219, comma 5, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, prevedendo, peraltro, che gli imballaggi privi dei requisiti di etichettatura già immessi in commercio o provvisti di etichettatura alla data del 1° gennaio 2023 possano essere commercializzati fino a esaurimento delle scorte.

  • Per maggiori informazioni sul decreto notificato e  presentare commenti clicca qui.
  • Per approfondimenti sulla procedura di notifica clicca qui.

 

 


[1] Si ricorda che la procedura di notifica 2015/1535 – o procedura TRIS - consente alla Commissione e agli Stati membri dell'UE di esaminare le regolamentazioni tecniche che gli Stati membri stessi intendono introdurre per i prodotti e per i servizi della società dell'informazione prima che siano adottate. L'obiettivo è garantire la compatibilità dei testi con i principi del diritto dell'Unione europea e del mercato interno.

13.04.2022

Condividi

Maggio 2022
Aprile 2022
Marzo 2022