Trade War USA-Cina: effetti macroeconomici e implicazioni sugli scambi mondiali di merci

Confindustri rilascia una nota sui possibili effetti macroeconomici e sulle implicazioni della guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina.

7.06.2019

Confindustri rilascia una nota sui possibili effetti macroeconomici e sulle implicazioni della guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina.

Una nota di aggiornamento di Confindustria sui possibili effetti macroeconomici e sulle implicazioni per gli scambi mondiali di merci della guerra commerciale in atto fra Stati Uniti e Cina. Il documento ha l’obiettivo di sistematizzare le analisi più aggiornate e autorevoli su quali saranno gli effetti per due contendenti, per i partner e per il sistema economico e commerciale globale nel suo insieme.

Tutte prevedono perdite significative in termini di Pil sia per gli Stati Uniti che per la Cina ed un impatto ancor più importante sui flussi commerciali bilaterali e sul commercio mondiale. Ma si prospetta tuttavia anche la possibilità che l’effetto “sostituzione” dovuto ai dazi possa offrire ai partner mondiali la possibilità di incrementare le proprie esportazioni sia negli USA che, in misura minore, in Cina.

Un ulteriore aspetto sul quale gli analisti concordano è che le frizioni fra Washington e Pechino non si esauriranno nel breve periodo, anche nell’eventualità che al G20 di Osaka di fine giugno Trump e Xi Jinping trovino un accordo.

7.06.2019

Condividi

Novembre 2019