Logistica e movimentazione delle merci, un settore in crescita nel 2021

La produzione potrebbe superare i valori pre-covid, ma con marginalità minori dovuti ai prezzi delle materie prime e ai costi energetici

10.12.2021

La produzione potrebbe superare i valori pre-covid, ma con marginalità minori dovuti ai prezzi delle materie prime e ai costi energetici

Si aggiunge anche il settore della logistica e movimentazione delle merci a quei comparti della meccanica italiana che stanno mostrando segni positivi nel 2021. Le previsioni dell’Ufficio studi Anima relative al settore “Logistica e movimentazione delle merci”, rappresentato da Aisem all’interno di Anima Confindustria, esprimono infatti +16,7% sui valori di produzione e 6,74 miliardi di euro di fatturato complessivi nel 2021.

Le previsioni dell’Ufficio studi Anima sono consultabili anche nella sezione news di Intralogistica Italia, fiera partner di Aisem.

“Va sempre ricordato, nella lettura di questi dati – afferma Sabrina Cairoli, responsabile associativa di Aisem – che il 2020 è stato caratterizzato dalla chiusura temporanea di svariati poli industriali a causa del primo lockdown, mentre l’anno in corso ha visto una ripresa totale delle attività industriali con un impatto positivo su tutti i settori. Oggi il comparto si trova, però, a dovere affrontare l’aumento dei prezzi delle materie prime e dei costi energetici, che ha un impatto anche sugli utilizzatori finali. Non da meno, la scarsa reperibilità di microchip e semi-conduttori sta rallentando i ritmi di produzione negli ultimi mesi.”

Nello specifico, il comparto degli “Impianti ed apparecchi per il sollevamento e trasporto” dovrebbe registrare un fatturato a fine anno di 3,2 miliardi di euro, superando i valori pre-covid, con una crescita del +19% sul 2020. Previsti 1,69 miliardi (+20,7%) per la sezione dei “Carrelli industriali semoventi, mentre le “Scaffalature industriali” arrivano a 645milioni di euro, con una quota export del 62,2%. Segnali estremamente positivi anche per i sistemi intralogistici, uno dei pochi settori in trend positivo anche nel 2020: previsti 1,1 miliardi di euro a fine 2021 (+13,4%) con un incremento dell’occupazione da 2800 a 2900 unità.

Image
10.12.2021

Condividi

Dicembre 2021
Novembre 2021
Ottobre 2021