CARATTERISTICHE CRITICHE PER LA VERIFICA DI CONFORMITÀ NORMATIVA

La crescente complessità tecnologica dei prodotti accompagna l’esigenza, sempre più sentita, di garantire al luogo di lavoro la necessaria sicurezza per le persone. Il livello tecnologico e di sicurezza dei prodotti, di conseguenza, è sempre più difficile da percepire da parte del cliente. Non è semplice conoscere quale sia la corretta applicazione delle norme a cui fa seguito la conformità del prodotto ed è faticoso individuare, sul prodotto stesso, le caratteristiche costruttive e di sicurezza, che lo differenziano da altri. Ciascun fabbricante sceglie le soluzioni costruttive che crede più opportune per il prodotto che immette sul mercato, ma molte di queste sono vincolate da provvedimenti normativi di natura obbligatoria e che quindi non possono essere oggetto di una scelta volontaria.

Il dramma dell’immissione sul mercato di prodotti marcati CE, ma non conformi alle norme di sicurezza, non riguarda solo giocattoli o prodotti alimentari: anche i prodotti professionali sono colpiti da questo problema, che, insieme ai fabbricanti, coinvolge anche i clienti. Infatti, il datore di lavoro, quale operatore professionale, ha la responsabilità di utilizzare, attrezzature che siano effettivamente conformi alle normative vigenti.

Spesso la sola evidenza della marcatura CE non offre questa garanzia. È nata quindi in associazione l’esigenza di comunicare agli utilizzatori quali siano le caratteristiche dei forni industriali che è necessario verificare al momento della scelta, in modo da evitare problemi relativi al loro utilizzo e garantire la sicurezza del luogo di lavoro. Un notevole contributo, sulla garanzia di conformità delle attrezzature di lavoro alle norme applicabili, è costituito dalla possibilità che sia un ente terzo notificato a certificare, con il proprio intervento, la conformità stessa. Nell’ambito del presente documento, ove si fa riferimento a una certificazione, è inteso che si tratta dell’attività da un ente terzo notificato, che appone la propria sigla identificativa sul prodotto. Non si può parlare di certificazione se è il fabbricante stesso ad attestare la conformità di un prodotto alla norma applicata.

 

Condividi

Image