L'efficienza energetica nei sistemi di pompaggio

Assopompe ha organizzato un ciclo di seminari rivolti alle water utilities

La Comunità Europea è impegnata in importanti progetti ambientali volti a ridurre le emissioni di CO2. Per raggiungere questo risultato, una delle iniziative legislative adottate è l'ecodesign dei prodotti industriali: i prodotti immessi sul mercato che utilizzano energia elettrica sono costantemente rinnovati per migliorarne l'efficienza energetica.

Il Regolamento UE 547/2012 ha introdotto il Minimum Efficiency Index (MEI) come valore di targa per regolamentare l'efficienza energetica minima della parte idraulica delle pompe per acque chiare. La revisione della suddetto regolamento prevede l'implementazione di una nuova metodologia per la regolamentazione del consumo energetico dell'intero gruppo di pompaggio denominata Extended Product Approach (EPA). 

Nell’ambito della riduzione dei consumi energetici connessi al settore idrico, è ormai riconosciuta l’importanza di valutare la corretta integrazione dell’impianto di sollevamento con il sistema idrico servito; lo standard internazionale ISO/ASME 14414 – Pump Systems Energy Assesment - definisce i criteri per la valutazione dell’efficienza energetica dei sistemi di pompaggio mediante audit energetici a diverso livello di approfondimento.

Un’ulteriore prospettiva per l’impiego di elettropompe all’interno delle reti idriche prevede il loro funzionamento come macchine inverse per il recupero energetico nell’ambito delle strategie impiegate, sempre più diffusamente, per il controllo delle pressioni in rete e la riduzione delle perdite idriche.

La crescente complessità derivante dalla gestione integrata delle reti idriche sta portando a una crescente automazione delle stesse e a definire una normalizzazione dei prodotti e dei protocolli impiegati nel controllo degli impianti di sollevamento.

 

Progetto LED

Il Progetto LED è un ciclo di seminari predisposto da Assopompe e il Centro Servizi Metrologici e tecnologici Avanzati (CeSMA) di Napoli. Intende favorire la diffusione delle norme, dei regolamenti e dello stato dell'arte tecnologico tra i gestori delle reti idriche e delle multiutilities, in particolare tra gli ingegneri incaricati della progettazione degli impianti di pompaggio per acque chiare e acque reflue. Il fulcro del progetto rimane quindi la diffusione della cultura dell'efficienza energetica e del risparmio di risorse: la riduzione dell'uso di energia si affronta con una migliore efficienza del prodotto, tramite una corretta integrazione del sistema di pompaggio all'interno della rete idrica.

I costruttori di pompe hanno già innovato i loro prodotti secondo i requisiti minimi di efficienza basati sul product approach. I successivi due livelli di implementazione dell'ecodesign richiederanno un ulteriore sforzo per considerare il gruppo pompa-motore-controllo come un prodotto nuovo da ottimizzare e per individuare criteri di automazione del sistema di pompaggio per una perfetta integrazione all'interno della rete idrica.

Per maggiori informazioni è possibile leggere l'articolo pubblicato su L'Industria Meccanica.

DESTINATARI
Tecnici e amministratori delle Water Utilities

PROGRAMMA
•    Il ruolo di Assopompe per l'industria meccanica e per lo sviluppo normativo europeo 
•    Conformità delle macchine al Regolamento UE 547/2012 nel revamping degli impianti di sollevamento 
•    Il controllo dinamico funzionale della rete idrica e dei sollevamenti nell'ambito di Industria 4.0
•    Benefit nel water-energy-food nexus mediante impieghi innovativi di elettropompe 
•    Il recupero energetico come opportunità di sviluppo nell'ambito della ISO 14414

RELATORI
•    Prof. Armando Carravetta – Docente di Idraulica UNIVERSITA’ FEDERICO II NAPOLI
•    Ing. Andrea Pasquini – Segretario Generale ASSOPOMPE

 

Per maggiori informazioni contattare: Andrea Pasquini - assopompe@anima.it

Condividi