L'Echa raccomanda otto sostanze per l'autorizzazione REACH

20.04.2023

Per proteggere i lavoratori e l'ambiente, l'Echa raccomanda alla Commissione europea di aggiungere otto sostanze, tra cui il piombo, all'elenco di autorizzazione REACH. Una volta aggiunte alla lista, le aziende dovranno richiedere l'autorizzazione per continuare a utilizzarle.

Autorizzazione REACH, il contesto

L'Echa ha l'obbligo legale di raccomandare regolarmente alla Commissione l'inserimento di sostanze nell'Elenco delle sostanze candidate. Prima di inviare la raccomandazione alla Commissione europea, vengono presi in considerazione i commenti ricevuti durante una consultazione di tre mesi e il parere del Comitato degli Stati membri.

La Commissione europea deciderà quali sostanze includere nell'Elenco delle autorizzazioni e quali condizioni applicare a ciascuna sostanza. Se una sostanza è inclusa nell'elenco delle sostanze autorizzate, può essere immessa sul mercato del SEE o utilizzata dopo una certa data, solo se viene concessa un'autorizzazione per un uso specifico.

Il processo di autorizzazione mira a promuovere la sostituzione delle sostanze estremamente problematiche quando sono disponibili alternative tecnicamente ed economicamente valide. Fino a questo momento, l'obiettivo è garantire un adeguato controllo dei rischi per la salute umana e l'ambiente.

L'undicesima raccomandazione dell'Echa include le seguenti sostanze:

  • Etilendiammina;
  • 2-(4-tertbutilbenzil) propionaldeide e i suoi singoli stereoisomeri;
  • Piombo;
  • Glutaral;
  • 2-metil-1-(4-metiltiofenil)-2-morfolinopropan-1-one;
  • 2-benzil-2- dimetilamino-4'-morfolinobutirrofenone;
  • Diisoesil ftalato;
  • acido ortoborico, sale di sodio.

Autorizzazione REACH, l'inclusione del piombo nella bozza di raccomandazione

L'Echa ha dato priorità a queste sostanze dall'elenco delle sostanze candidate che destano forti preoccupazioni per la presente raccomandazione, seguendo l'approccio concordato nel 2014.

L'inclusione del piombo nella bozza di raccomandazione pubblicata il 2 febbraio 2022 ha generato molti commenti durante la consultazione. Ha portato a un'attiva discussione in seno al Comitato degli Stati membri dell'Echa in merito alla tempistica migliore, alla sua combinazione con altre attività normative in corso o previste e al carico di lavoro previsto per l'industria e le autorità nella fase successiva.

Ofelia Bercaru, Direttore per le Priorità e l'Integrazione, ha dichiarato: "Questa raccomandazione porta il piombo metallico allo stesso stadio normativo di altri composti di piombo con usi simili già raccomandati per l'inclusione nella Lista di Autorizzazione. Siamo consapevoli delle sfide e abbiamo ritenuto che per bilanciare i rischi posti dal piombo per i lavoratori e l'ambiente, e il suo continuo utilizzo sia necessaria una decisione politica da parte della Commissione e degli Stati membri dell'Ue."

Ulteriori informazioni sulle ragioni che hanno portato a raccomandare l'autorizzazione di queste sostanze e sui loro usi sono disponibili al link e nelle raccomandazioni dell'Echa.

ANIMA Confindustria meccanica varia

ANIMA Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica Varia ed Affine

Via Scarsellini, 11 - 20161 Milano (Italy) Tel.(+39) 02-45418500  Fax (+39) 02-45418545 Email - anima@anima.it

Rimani in contatto con noi | Note legali

Esegui ricerca