Accordo politico raggiunto in Consiglio Europeo sulla revisione della Direttiva Acqua Potabile

L'obiettivo generale della proposta è garantire un livello elevato di protezione dell'ambiente e della salute umana dagli effetti nocivi della contaminazione dell'acqua potabile

6.03.2020

L'obiettivo generale della proposta è garantire un livello elevato di protezione dell'ambiente e della salute umana dagli effetti nocivi della contaminazione dell'acqua potabile

 

 

Nel Consiglio dei Ministri dell’Ambiente Europei svoltosi il 5 marzo, è stato raggiunto l'accordo politico sulla revisione della Direttiva Acqua Potabile. Ciò significa che il testo risultante dalle negoziazioni con il Parlamento Europeo è stato ora adottato a livello politico.

La revisione mira ad aggiornare le norme di qualità dell'acqua, a introdurre un approccio basato sul rischio per il monitoraggio dell'acqua, a facilitare le informazioni sulla qualità dell'acqua e sui servizi idrici forniti ai consumatori nonché a migliorare l'accesso all'acqua. La proposta affronta inoltre la questione dei materiali a contatto con l'acqua potabile.

La versione attuale aggiornata in lingua italiana della proposta di revisione è disponibile a questo link.

L'articolo 11 del testo riconferma l'introduzione di un quadro normativo armonizzato per  i requisiti minimi di igiene per i materiali che entrano a contatto con le acque destinate al consumo umano. E' ora prevista la revisione legale-linguistica del testo prima dell'adozione formale da parte del Consiglio Europeo in prima lettura. Questo passaggio sarà seguito dall'approvazione formale da parte del Parlamento Europeo in seconda lettura.

Per approfondimenti potete consultare il relativo comunicato stampa pubblicato dal Consiglio.

6.03.2020

Condividi