Sistemi di affinaggio acqua del rubinetto: una scelta virtuosa per l’ambiente

Aqua Italia fa il punto sugli incentivi fiscali e ricorda l’importanza della manutenzione periodica

Aqua Italia – l’Associazione Costruttori Trattamenti Acque Primarie federata Anima Confindustria – fa il punto sui sistemi di affinaggio dell’acqua, sul loro potenziale e i grandi benefici per i consumatori e l’ambiente.

L’ultima indagine statistica, realizzata da Open Mind Research, per conoscere l’evoluzione di comportamenti e atteggiamenti della popolazione italiana nei confronti dell’acqua potabile da bere, ha verificato la penetrazione e l’utilizzo di sistemi di affinaggio in famiglia. Ne è emerso un dato interessante legato all’età anagrafica e alla composizione del nucleo famigliare: il 32,6% delle famiglie italiane ha dichiarato di avere in casa almeno un sistema di affinaggio dell’acqua, tra questi sistemi, circa un terzo è rappresentato da caraffe filtranti (13,3%), a seguire i sistemi per l’eliminazione del cloro/altre sostanze (9,8%) e quelli che consentono anche la refrigerazione e gasatura dell’acqua (4,1%). Si è rilevata la presenza di almeno un apparecchio soprattutto nelle famiglie più numerose (46,2% nelle famiglie con 3 componenti, 42,4% in quelle con 4 componenti, 46,6% con 5 componenti e oltre) e nelle famiglie con il capofamiglia giovane (51,3% nelle famiglie con il capofamiglia con età fino a 34 anni); oltre un terzo (38,3%) ha sottoscritto un abbonamento per la manutenzione periodica.
 
Oltre il 58% degli intervistati inoltre ritiene utile un incentivo statale per consentire l’acquisto di un sistema domestico per il trattamento dell’acqua del rubinetto, percentuale che cresce tra coloro che già possiedono almeno un apparecchio (68,4%). Va in questa direzione il “Bonus acqua potabile” – il provvedimento inserito nella Legge di Bilancio 2021 – che promuove la transizione verso un’economia circolare, incentivando la scelta di prodotti sostenibili alternativi, come previsto dalla direttiva Europea SUP (Single Use Plastics) sulla riduzione dell’incidenza di prodotti di plastica monouso sull’ambiente. I risultati della campagna di riduzione della plastica in materia idrica saranno poi valutati da ENEA che fornirà una stima dell'impatto del provvedimento in termini di circolarità ambientale. Ad oggi, Aqua Italia auspica una più precisa definizione da parte dell’Agenzia delle Entrate sui sistemi di affinaggio per i quali è effettivamente previsto l’incentivo fiscale, oltre a un chiarimento sulla deducibilità dei costi di installazione.

L’Associazione inoltre evidenzia l’importanza di effettuare manutenzioni periodiche sui sistemi di affinaggio, come previsto dal programma di uso e manutenzione che di norma accompagna le apparecchiature all’atto della messa in opera. Nel programma sono specificate le operazioni da effettuare per mantenerle in piena efficienza, la cadenza periodica di tali operazioni, i suggerimenti su chi può effettuare il singolo intervento e l’elenco delle parti di ricambio previste dal fornitore.

Per ulteriori approfondimenti su:

Bonus Acqua potabile

Apparecchiature trattamento acqua