Cinzia Garbelli è la nuova presidente di Anima Sicurezza

Nominati anche i vice presidenti Cristian Bragantini e Fabio Podda

6.07.2022

Nominati anche i vice presidenti Cristian Bragantini e Fabio Podda

Anima Sicurezza, associazione dei produttori di soluzioni e servizi per la custodia di beni e valori all’interno di Anima Confindustria, ha un nuovo presidente. La nomina va a Cinzia Garbelli, che guiderà l’associazione per il prossimo biennio. Nata a Saronno nel 1977, Garbelli ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’università Liuc di Castellanza. Dopo un breve master in abogacia presso l’Università di Cordoba e l’Universidad de La Rioja di Madrid, ha iniziato a lavorare in LEM come responsabile amministrativo, e qui dal 2020 ricopre la carica di presidente del CdA e legale rappresentante. Appassionata di beach volley e ballo swing, fino a sopraggiunti limiti di età ha fatto parte del gruppo giovani imprenditori dell’Unione Industriali di Varese.

Nominati anche i vice presidenti Cristian Bragantini (Tecnosicurezza Spa) e Fabio Podda (Sistemi Sicurezza Service Sas) e il consigliere tesoriere Adriano Geremia (Security Italia Srl).

La presidente neoeletta intende proseguire le attività avviate dal predecessore, Luigi Rubinelli. «La professionalizzazione del settore è un obiettivo prioritario in Anima Sicurezza» ha dichiarato Garbelli. «Il nostro impegno costante è diffondere la cultura della prevenzione e la valorizzazione dei prodotti certificati, dialogando con il mercato e le istituzioni per contribuire in maniera sostanziale alla messa a punto di normative e regolamenti, in grado di far fronte alla sempre più sentita necessità di riduzione dei rischi sia nelle attività commerciali che nel privato».

«Il settore rappresentato da Anima Sicurezza va tutelato con grande impegno in questo momento storico» commenta la presidente. «Le difficoltà di approvvigionamento di materie prime, con i conseguenti rincari, riguardano da vicino il nostro comparto, per il quale sono fondamentali l’acciaio e l’alluminio. Un problema sorto già precedentemente all’ulteriore inasprimento della situazione dovuto al conflitto bellico. Nonostante la situazione contingente, dopo le difficoltà del 2020 che hanno causato un calo del fatturato del -5,3% sul 2019, la produzione è rimasta stabile, per un valore di 62 milioni di euro nel 2021 pari all’anno precedente».

6.07.2022

Condividi

Dicembre 2022
Novembre 2022
Ottobre 2022