Andrea Barazzoni alla guida di Fiac

L’associazione federata Anima Confindustria nomina il nuovo presidente, in carica fino al 2024

17.11.2022

L’associazione federata Anima Confindustria nomina il nuovo presidente, in carica fino al 2024

Andrea Barazzoni è il nuovo presidente di Fiac, l’associazione federata Anima Confindustria che rappresenta i fabbricanti italiani di articoli per la casa, la tavola ed affini (posateria, coltelleria, pentolame, vasellame metallico). Nominati anche i vicepresidenti: Antonio Bertoli (Abert Spa), Clemente Bugatti (Ilcar di Bugatti Srl) e Silvia Pinti (Pinti Inox SpA).

Classe 1970, Andrea Barazzoni è da 25 anni alla guida dell’omonima azienda di famiglia che nel 1903 è nata ad Invorio (NO) con un piccolo laboratorio di articoli casalinghi realizzati in latta, ottone e rame. Andrea Barazzoni rappresenta la quarta generazione di imprenditori: con lui l’azienda – che era specializzata nella produzione di pentolame in acciaio inox – allarga notevolmente il suo assortimento, apre una dozzina di negozi propri, amplia i canali di vendita ed incrementa le vendite all’estero.

Barazzoni, da sempre attivo all’interno dell’associazione, ha ricoperto la carica di presidente Fiac per 6 anni dal 2012 al 2018 durante i quali ha dato un importante contributo per promuovere il made in Italy. Da dicembre 2020 fino alla nuova nomina, Andrea Barazzoni ha inoltre ricoperto il ruolo di vicepresidente Fiac per i rapporti con gli enti fieristici (HOMI Fiera Milano ed Ambiente Messe Frankfurt) durante il mandato di Antonio Bertoli, presidente uscente.

«Nei prossimi due anni – dichiara il presidente Andrea Barazzoni – sarà fondamentale per la nostra associazione proseguire nel lavoro di valorizzazione del nostro comparto, continuando a collaborare con le fiere di riferimento e puntando sul Made in Italy come valore aggiunto. Ricordiamo che il settore degli articoli per la casa, tavola ed affini esce da un biennio difficile, complicato inizialmente dalla chiusura di hotel, bar e ristoranti durante la diffusione del covid nel 2020 e 2021, e in seguito dal rincaro e dalla scarsa reperibilità delle materie prime.

Non di meno, continueremo a partecipare attivamente ai tavoli tecnici e all’evoluzione normativa del settore, puntando sempre di più all’economia circolare dei prodotti e alla sostenibilità dei processi produttivi. Tra le attività che porteremo avanti, la collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità al progetto CAST per l’applicazione del regolamento GMP e il proseguimento del progetto “Finanza Agevolata”, con lo scopo focalizzare l’attenzione sull’universo dei bandi e delle agevolazioni pubbliche. L’aumento della base associativa – conclude Barazzoni – rimane un obiettivo fondamentale per Fiac, per permettere all’associazione di avere un maggiore confronto sui temi tecnici e una voce sempre più autorevole con le istituzioni».

Image
17.11.2022

Condividi

Dicembre 2022
Novembre 2022
Ottobre 2022