14 febbraio 2023

Aisem: i primi dati sull’andamento del comparto sollevamento, elevazione e movimentazione nel 2022

Previsioni di crescita per Scaffalature Industriali e Sistemi Intralogistici 

Scaffalature industriali, settore in crescita nel 2022

L’Ufficio Studi di Anima Confindustria prevede 665 milioni di fatturato per il comparto rappresentato in Aisem dal gruppo Scaffalature CISI

Chiude l’anno con il segno più il settore meccanico delle scaffalature industriali, rappresentato in Anima Confindustria dal gruppo Scaffalature CISI di Aisem – Associazione italiana sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione. È quanto emerge dalle previsioni dell’Ufficio studi di Anima.

Secondo le previsioni, la produzione nel 2022 sarebbe cresciuta rispetto all’anno precedente raggiungendo un fatturato di 665 milioni di euro. Un ruolo importante è giocato dall’export, che costituirebbe il 62,5% del fatturato, segno dell’interesse per la qualità italiana all’estero, con i paesi UE27 che nel primo semestre rappresentano l’85% delle aree di destinazione.

Lorenzo Amosso, capogruppo in Aisem di Scaffalature CISI, ha commentato «I numeri previsti da Anima sono incoraggianti, dipingono un settore che riesce a crescere nonostante le difficoltà che le imprese hanno dovuto affrontare nell’anno appena trascorso. Dopo la ripresa post-covid del 2021, infatti, il 2022 è iniziato presentando nuove sfide che hanno impattato sulle imprese del nostro come di altri settori, dalla guerra in Ucraina, alla carenza delle materie prime, ai costi esorbitanti dei costi energetici. Tuttavia le nostre imprese – continua Amosso – hanno ottenuto buoni risultati, anche grazie al supporto di Aisem. Il gruppo Scaffalature CISI è da sempre al fianco delle aziende, e si occupa in prima linea delle tematiche legate alla sicurezza sul luogo di lavoro con corsi di formazione specialistica».

Sistemi Intralogistici, previsioni di crescita anche per il 2022

Secondo le previsioni dell’Ufficio Studi Anima Confindustria, il settore dei sistemi intralogistici potrebbe chiudere l’anno con un fatturato di 1.150 milioni di euro

Un 2022 positivo per il comparto Sistemi Intralogistici, che in Anima Confindustria è rappresentato da Aisem, l’associazione italiana che riunisce le aziende produttrici di sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione. Le previsioni dell’Ufficio Studi di Anima, infatti, indicano per l’anno appena concluso un fatturato pari a 1.150 milioni di euro, + 4,5% rispetto al 2021. Un contributo importante arriva dalle esportazioni, con una quota export/produzione che raggiunge il 36%.

Roberta Togni, capogruppo Sistemi Intralogistici e vice presidente di Aisem, ha dichiarato: «Le previsioni che Ufficio Studi Anima ci ha presentato forniscono un quadro incoraggiante per il futuro, nonostante il nostro comparto da un paio di anni sia alle prese con rallentamenti nella produzione causati dalla carenza di microchip e semiconduttori, uniti ai rincari di materie prime ed energia provocati dal conflitto in Ucraina. Tutte queste concause hanno costretto le imprese ad adattarsi al nuovo scenario economico e a evolversi in un periodo molto breve, puntando a incrementare la digitalizzazione e l’automazione dei processi, attraverso la formazione di nuove figure professionali, grazie anche agli incentivi previsti nel Piano Transizione 4.0. Un altro punto essenziale per il nostro gruppo – conclude Roberta Togni – riguarda il tema dell’efficienza energetica: il settore è infatti impegnato da tempo nello sviluppo e nell’utilizzo di macchinari in grado di ridurre i consumi di elettricità nelle attività produttive, con l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente».
 

14.02.2023

Condividi

Settembre 2023
Agosto 2023
Luglio 2023
Giugno 2023
ANIMA Confindustria meccanica varia

ANIMA Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica Varia ed Affine

Via Scarsellini, 11 - 20161 Milano (Italy) Tel.(+39) 02-45418500  Fax (+39) 02-45418545 Email - anima@anima.it

Rimani in contatto con noi | Note legali