Libro Bianco della caldareria italiana

Il settore della caldareria si pone all’avanguardia all’interno del sistema manifatturiero italiano, forte della specializzazione e della professionalità delle aziende che lo compongono. 

Il presente studio inquadra la caldareria in un contesto di più ampio respiro, evidenzando il ruolo acquisito dalla meccanica e dall’impiantistica nel nostro sistema industriale e delinea lo stato di salute del settore.

Si è voluto dedicare il primo capitolo alla presentazione delle principali produzioni che caratterizzano il settore.

Nel secondo capitolo è riportata l’analisi dei dati di import/export nel quinquennio 2010-2014. I dati del commercio internazionale, relativi all’interscambio tra i diversi Paesi, forniscono preziose informazioni per la comparazione tra il sistema produttivo italiano e il sistema produttivo dei Paesi concorrenti.

Nel terzo capitolo è stata condotta una analisi congiunturale del settore, con una particolare attenzione al suo ruolo e peso all’interno del macro-comparto dell’impiantistica industriale. L’impiantistica italiana è da sempre una leva di penetrazione e crescita a livello mondiale nei principali comparti industriali (petrolchimica, chimica, energia, acqua e trasporti).

Nel macro-comparto operano aziende legate alla produzione di turbine, valvole industriali, regolatori per gas, e più in generale, nella fornitura di servizi di ingegneria, di apparecchiature e di macchinari, destinati alla costruzione di impianti industriali, infrastrutture e sistemi di produzione, necessari a garantire il corretto funzionamento degli impianti stessi.

Nel quarto capitolo, sono state condotte delle interviste in profondità supportate dall’analisi dei documenti ufficiali (bilanci e relazioni sulla gestione). Dopo aver analizzato la catena del valore sono state identificate le principali tendenze attuali e prospettiche, tra cui spiccano una forte vocazione internazionale, una decisa specializzazione e una marcata differenziazione da cui conseguono notevoli vantaggi competitivi.

Da ultimo è stata condotta un’analisi di tipo finanziario volta al riesame dei principali indicatori di bilancio, su una base che comprende la quasi totalità delle imprese del settore, in modo da valutarne la performance economica e l’adeguatezza della struttura finanziaria nel periodo che va dal 2009 al 2014. I dati sono stati impiegati per la valutazione di indicatori quali la redditività, l’efficienza della gestione, la dinamica degli investimenti, la solidità del settore e per ricavare indicazioni importanti sullo stato di salute del settore e sulle dinamiche degli investimenti.

Per ulteriori informazioni e per la consultazione scrivi a: caldareria@anima.it

Condividi

Libro Bianco della caldareria italiana