PGIT-CT_Torri di Raffreddamento

All’interno di Assoclima, il PGIT-CT è costituito da alcuni dei principali costruttori di torri di raffreddamento.

Capo Gruppo

Alessandro Fontana - Mita S.r.l.

Definizione merceologica

Le torri di raffreddamento sono apparecchiature per il raffreddamento dell’acqua destinata a condensatori raffreddati ad acqua. La necessità di evitare consumi eccessivi di acqua di sorgente ha spinto a utilizzare dispositivi chiamati Torri Evaporative che facendo scorrere l’acqua in una corrente d’aria consentono a una minima parte di essa di evaporare. Il calore latente necessario all’evaporazione viene sottratto alla massa d’acqua, raffreddandola. Le torri di raffreddamento sono asservite ai gruppi refrigeratori d’acqua e sfruttano diverse tecnologie:

  • torri assiali in aspirazione dove l’acqua viene distribuita da un braccio rotante a ugelli su un pacco a nido d’ape; un elettroaspiratore assiale crea una corrente d’aria in direzione opposta alla caduta dell’acqua, corrente che procura una parziale evaporazione della massa totale dell’acqua che si raffredda a causa del latente d’evaporazione ceduto;
  • torri centrifughe in mandata che, sempre in controcorrente, sfruttano ventilatori centrifughi che soffiano l’aria attraverso il pacco;
  • torri a flussi incrociati in cui l’aria viene spinta ad attraversare orizzontalmente il flusso d’acqua verticale;
  • torri a circuito chiuso in cui l’acqua viene lasciata scorrere sopra la batteria di scambio termico ove avviene la condensazione;

Il pacco o riempimento è il mezzo attraverso il quale i due flussi di acqua e aria vengono a contatto. Per evitare la formazione di calcare l’acqua delle torri viene parzialmente o continuamente sostituita con acqua di rinnovo (bleed-off) in percentuali variabili secondo il grado di durezza dell’acqua trattata.

Sito internet del Gruppo www.torridiraffreddamento.it

Condividi