Sicurezza sulla neve anche con gli sci

“Neve in pista… casco in testa. Comportamento, segnaletica e attrezzature” è la Guida realizzata dall’Ente Italiano di Normazione per sciare in sicurezza.

UNI è l’Ente Italiano di Normazione, associazione privata senza fine di lucro che dal 1921 elabora e pubblica le norme tecniche (le “norme UNI”) e che rappresenta l’Italia in seno alle organizzazioni mondiali ed europee di normazione (rispettivamente, ISO e CEN).

Le norme UNI sono documenti che descrivono la migliore soluzione possibile per risolvere problemi ricorrenti: in termini più semplici, stabiliscono “come fare bene le cose”. Vengono messe a punto con la collaborazione di circa 4.500 esperti seguendo un processo consensuale, democratico, trasparente e, soprattutto, volontario.

Proprio grazie alla partecipazione dei rappresentanti di tutte le parti interessate e alla natura super partes della nostra organizzazione, le norme UNI sempre più spesso vengono utilizzate dal legislatore come supporto tecnico ai requisiti di legge. Nel corso degli anni, la normazione tecnica si è sempre più dedicata alle attività il cui beneficiario finale è il cittadino consumatore: la tutela dell’ambiente, la qualità dei servizi alla persona, la sicurezza dei beni di consumo.

Questa guida dedicata allo sci evidenzia come UNI possa aiutare le imprese a realizzare prodotti più sicuri e di qualità e i consumatori a comprare meglio scegliendo prodotti e servizi “a norma”.

I 4 fattori di sicurezza

La sicurezza sulle piste dipende principalmente da quattro fattori:

  1. comportamento
  2. segnaletica
  3. casco
  4. attrezzature.

Dal 2 marzo 2006 un Decreto del Ministero della Salute stabilisce infatti che i caschi protettivi - che i ragazzi al di sotto dei 14 anni di età devono obbligatoriamente indossare durante la pratica dello sci alpino e dello snowboard - sono quelli conformi alla norma tecnica UNI EN 1077.

Ma ci sono molte altre norme tecniche che definiscono le caratteristiche di qualità e sicurezza delle attrezzature da sci.

La norma sulle maschere da sci, ad esempio, stabilisce che devono essere prive di bordi taglienti e progettate in modo che non possa penetrarvi né l’acqua né la neve, devono permettere il necessario ricambio d’aria per non appannarsi, essere sottoposte a prove di resistenza all’urto e composte da materiali atossici e anallergici.

La norma sugli scarponi stabilisce le caratteristiche della punta e del tacco (dimensioni, spessore, raggio di curvatura ecc.) affinché si incastrino perfettamente con gli attacchi.

La norma sui paraschiena, che contiene i requisiti prestazionali e i metodi di prova cui vanno sottoposti questi dispositivi di protezione che sempre più spesso vengono utilizzati da sciatori e snowboarder per proteggersi in caso di cadute o di eventuali impatti.

Download

Condividi

ANIMA Confindustria meccanica varia

ANIMA Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica Varia ed Affine

Via Scarsellini, 11 - 20161 Milano (Italy) Tel.(+39) 02-45418500  Fax (+39) 02-45418545 Email - anima@anima.it

Rimani in contatto con noi | Note legali

Esegui ricerca