EXPONOR CHILE 2022

lun 13 giugno 9:00

ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane - in collaborazione con le associazioni di categoria UCoMESA/ANIMA e UNACEA organizza la Partecipazione Italiana al "EXPONOR 2022" in programma ad Arequipa dal 13 al 16 giugno 2022.

ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane - in collaborazione con le associazioni di categoria UCoMESA/ANIMA e UNACEA organizza la Partecipazione Italiana al "EXPONOR 2022" in programma ad Arequipa dal 13 al 16 giugno 2022.  Scadenza iscrizioni: 25 febbraio 2022

Il Cile si caratterizza per la stabilità del suo quadro politico, istituzionale ed economico e per la grande apertura ai mercati internazionali. Il settore minerario continua ad essere la principale attività economica nel paese e gli investimenti nel settore sono in ripresa.

EXPONOR 2022 rappresenta il raccordo e la sintesi di un settore trasversale in cui la meccanica italiana – al di là del solo settore delle macchine per movimento terra – può trovare ampi spazi andando incontro alle esigenze di rilancio dell’industria locale su nuove basi innovative e sostenibili, coinvolgendo diversi settori quali: dissalazione e trasporto delle acque marine, recupero e riutilizzazione delle acque marine, produzione energetica, soluzioni elettriche ed elettroniche, subfornitura meccanica, tecnologie per la difesa dell’ambiente. Esistono grandi opportunità per contribuire con nuove e innovative tecnologie alla riduzione dei costi di produzione – il vero grande problema dell’industria mineraria cilena – unitamente al miglioramento della produttività e della competitività, nonchè ad un sempre maggior grado di efficienza e di sicurezza per i lavoratori e l’ambiente.

In considerazione dell’importanza che riveste il settore minerario, il Cile rappresenta un polo di attrazione fondamentale per chiunque sia coinvolto o vi voglia investire. Essendo il primo paese al mondo per la produzione di rame (da solo vale circa il 28% della produzione globale) e ricoprendo una rilevanza significativa per l’estrazione di altri metalli (quali litio, molibdeno, oro, argento, piombo, zinco e ferro), vi è un intero mercato che può essere sviluppato, con un alto moltiplicatore di opportunità per le aziende italiane, che possono guadagnare interessanti quote. Basti pensare al “know-how” che le aziende italiane potrebbero apportare nell’innovazione tecnologica e nella sostenibilità: per esempio tramite il trattamento delle acque reflue di estrazione mineraria.
 

Quando
lun 13 giugno gio 16 giugno