Guida al nuovo Superbonus

Gli incentivi per l'efficienza energetica introdotti dal nuovo Superbonus rappresentano una misura utile per sostenere gli investimenti e sono un'importante occasione per consegnare alle generazioni future un pianeta meno dipendente dalle fonti fossili.

In questa sezione, in aggiornamento continuo, raccogliamo approfondimenti, documentazione, link utili e strumenti per aiutare la filiera ad applicare Ecobonus e Superbonus per la riqualificazione energetica degli edifici.

Gli incentivi per l'efficienza energetica introdotti dal nuovo Superbonus rappresentano una misura utile per sostenere gli investimenti e sono un'importante occasione per consegnare alle generazioni future un pianeta meno dipendente dalle fonti fossili.

In questa sezione, in aggiornamento continuo, raccogliamo approfondimenti, documentazione, link utili e strumenti per aiutare la filiera ad applicare Ecobonus e Superbonus per la riqualificazione energetica degli edifici.

Anima Confindustria Meccanica e le sue associazioni hanno contribuito alla formulazione del Superbonus 110% previsto dal Decreto Legge 34/2020 “Rilancio”, che oggi annovera tra interventi “trainanti” e “trainati” un ampio ventaglio di prodotti e tecnologie rappresentate: caldaie a condensazione, pompe di calore elettriche e a gas, sistemi ibridi, solare termico, apparecchi a biomassa, trattamento acqua, termoregolazione evoluta. La tecnologia impiantistica attualmente disponibile sul mercato consente di abbattere drasticamente i consumi di un’abitazione che – sempre citando percentuali significative – sono pari all’80% di quelli complessivi, se consideriamo servizi primari quali il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria.

In questa sezione del sito, in costante aggiornamento, è possibile seguire l'evoluzione degli strumenti incentivanti, con analisi tecniche e novità legislative oltre a iniziative a supporto delle imprese.

 

Superbonus: Che cos'è

Il Superbonus è un’agevolazione introdotta dal Decreto Rilancio che accresce al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Anima e le sue associazioni hanno lavorato per definire le regole attuative del Superbonus, gli incentivi per l’efficienza energetica, infatti, e la possibilità di optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura in luogo delle detrazioni fiscali, costituiscono un’opportunità straordinaria per accelerare la riqualificazione impiantistica del parco edilizio esistente, in linea con gli obiettivi dell’Europa a tal punto da diventare una best practice per tutti gli altri Stati Membri.

Le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (c.d. Ecobonus). All'interno della sezione Aggiornamenti Legislativi è possibili seguire le novità introdotte nel Superbonus e consultare le FAQ dell'Agenzia delle Entrate.

 

Ultimi aggiornamenti: DL Cessione Credito

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 25 febbraio il Decreto Legge n. 13 sulla Cessione del Credito, recante l’oggetto “Misure urgenti per il contrasto alle frodi e per la sicurezza nei luoghi di lavoro in materia edilizia, nonché sull’elettricità prodotta da impianti da fonti rinnovabili”.

Il testo è entrato in vigore il 26 febbraio e sarà presentato in Senato per l’avvio dell’iter di conversione in legge.

Il provvedimento prevede la facoltà di usufruire di cessioni del credito multiple, per un massimo di tre operazioni, ma con nuovi limiti e il controllo dell’Agenzia delle Entrate. Dopo la prima cessione del credito, sia per il superbonus che per i bonus casa ordinari, saranno consentiti altri due trasferimenti solamente in favore di banche e intermediari finanziari iscritti all’albo o verso imprese di assicurazione autorizzate ad operare in Italia.

Tali novità si applicheranno anche alle cessioni relative al superbonus dell’80% per le imprese turistiche e al credito d’imposta per la digitalizzazione di tour operator e agenzie di viaggio.

Saranno invece vietate dal 1° maggio le cessioni parziali del credito d’imposta. Dalla stessa data debutterà anche il “bollino blu”, un codice riconoscitivo sui crediti d’imposta che dovrà essere indicato ai fini delle ulteriori cessioni del credito.

Il paragrafo riguardante le frodi in materia edilizia conferma l’aumento delle sanzioni per le false dichiarazioni, così come le novità in materia di assicurazione ad hoc, con il massimale pari all’importo dei lavori.

 

Superbonus nel Ddl Bilancio 2022

Nella legge di bilancio 2022 pubblicata in Gazzetta ufficiale il 30 dicembre 2021, è stata prorogata la normativa riguardante il Superbonus. Le modifiche interessano:

  • Persone fisiche su unità immobiliari: proroga al 31 dicembre 2022 del Superbonus con aliquota al 110% per gli interventi per cui alla data del 30 giugno 2022 sia stato effettuato almeno il 30% dei lavori. Sono stati eliminati i vincoli relativi al conseguimento della CILA entro il 30 settembre 2021 e al valore ISEE a 25.000 €.
  • Condomini, multiproprietà e onlus: proroga il Superbonus al 31 dicembre 2025, con aliquote decrescenti: 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023; 70% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2024; 65% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025.
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa e istituti IACP: proroga il Superbonus con aliquota al 110% agli interventi realizzati fino al 30 giugno 2023. Predisposta un’ulteriore proroga alle spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 per gli interventi per cui al 30 giugno 2023 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo. Per quanto riguarda gli IACP, il Superbonus è stato esteso negli stessi termini anche agli interventi effettuati dalle persone fisiche sulle singole unità immobiliari all’interno dello stesso edificio.
  • Proroga trasformazione detrazioni in sconto sul corrispettivo dovuto e in credito d’imposta cedibile: rinnovata agli anni 2022, 2023 e 2024 la possibilità di usufruire delle detrazione per interventi in materia edilizia ed energetica attraverso sconto in fatture o credito d’imposta cedibile a banche e intermediari finanziari, mentre al 31 dicembre 2025, la facoltà di optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura, al posto della detrazione fiscale, per le spese sostenute per gli interventi coperti dal Superbonus in ambito di efficienza energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e interventi per infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Una novità importante è l’allineamento tra interventi trainanti e trainati: viene specificato che tutte le proroghe del Ddl Bilancio 2022 si applicano anche agli interventi trainati effettuati sulle singole unità in condominio. La precisazione corregge il tiro della prima bozza della legge di Bilancio 2022, che avrebbe visto prorogati i primi e non i secondi.

 

Asseverazione tecnica, visto di conformità e congruità delle spese

Nel nuovo modello di cessione del credito fiscale non è prevista l'asseverazione per il bonus facciate, ma solo quelle per l'efficienza energetica e il rischio sismico. A seguito dell'entrata in vigore del Decreto-legge 11 novembre 2021, n. 157 (Decreto anti-frode) sono stati previsti nuovi adempimento connessi alla fruizione alternativa dei principali bonus fiscali

In particolare, all'art. 119 del Decreto Rilancio è stato previsto che il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto al superbonus 110%, vada richiesto oltre che in caso di scelta delle opzioni alternative, anche se il contribuente decide di utilizzare il bonus nella dichiarazione dei redditi.

 

CILA (Comunicazione inizio lavori)

Il Governo, le Regioni e gli Enti locali, hanno raggiunto un accordo (pubblicato sulla GU 201/2021) che riguarda l'adozione della modulistica unificata e standardizzata per la presentazione della comunicazione asseverata di inizio attività nell’ambito del Superbonus. L’accordo fa seguito alle disposizioni contenute nel DL Semplificazioni/Governance per il quale gli interventi rientranti nella disciplina del Superbonus sono considerati manutenzione straordinaria e quindi realizzabili mediante comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA). 

 

Le FAQ del Governo

Dal 19 gennaio è attivo il sito internet del Governo dedicato al Superbonus 110%, dove è possibile consultare le risposte ai quesiti frequenti e inviare direttamente una richiesta. Si possono inoltre avere informazioni su cos’è il Superbonus e come ottenerlo e scaricare la Guida dell’Agenzia delle Entrate e la documentazione utile.

Prima di inviare un quesito è buona norma controllare che la risposta non si trovi già all’interno delle FAQ, suddivise in 11 diverse categorie.

 

FAQ e strumenti dell'Enea 

L'Enea ha recentemente aggiornato le FAQ relative al Superbonus.

Sul sito dell'Enea, nella sezione dedicata alle detrazioni fiscali, è inoltre possibile consultare e scaricare nuovi documenti utili alla preparazione delle pratiche per il Superbonus.

 

La guida dell'Agenzia delle Entrate

Disponibile a questo link l'ultimo aggiornamento della guida al Superbonus realizzata dall'Agenzia delle Entrate (edizione 2021).

 

Due Webinar sul Superbonus

All'interno della sezione "Cosa dice la filiera"  i contenuti video dei due webinar dedicati al Superbonus "Dalla teoria alla pratica: Superbonus e Ecobonus" e "Confronto tra industria e politica sulle misure e il futuro del Superbonus" a cui ha partecipato anche l'ex ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli.

 

Chi può accedere al Superbonus

Il Superbonus si applica agli interventi effettuati da:

  • condomìni
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l'immobile oggetto dell'intervento
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) o altri istituti che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di "in house providing"
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Onlus e associazioni di volontariato
  • associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

I soggetti Ires rientrano tra i beneficiari nella sola ipotesi di partecipazione alle spese per interventi trainanti effettuati sulle parti comuni in edifici condominiali.

 

Gli interventi agevolabili

Il Superbonus spetta in caso di:

  • interventi di isolamento termico sugli involucri
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
  • interventi antisismici: la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022.

Oltre agli interventi "trainanti" sopra elencati, rientrano nel Superbonus anche le spese per interventi eseguiti insieme ad almeno uno degli interventi principali di isolamento termico (interventi cosiddetti "trainati"), di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o di riduzione del rischio sismico. Si tratta di:

  • interventi di efficientamento energetico
  • installazione di impianti solari fotovoltaici
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici
     

Quali vantaggi e come accedervi

La detrazione è riconosciuta nella misura del 110%, entro i limiti di capienza dell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi. In alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi (sconto in fattura) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. La detrazione del nuovo Superbonus è ripartita in 5 anni anziché in 10.

La cessione può essere disposta in favore:

  • dei fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi
  • di altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti)
  • di istituti di credito e intermediari finanziari.

I soggetti che ricevono il credito hanno, a loro volta, la facoltà di cessione.

Per accedere al bonus tramite detrazione è necessario caricare la documentazione attraverso il portale predisposto dall'Enea. Nel caso di cessione del credito, invece, è disponibile un'apposita piattaforma sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Di seguito i dettagli.

 

Detrazione fiscale: il portale dell'Enea per inviare le asseverazioni obbligatorie

È online il sito dal quale è possibile inviare la documentazione per usufruire delle detrazioni fiscali, compreso il Superbonus 110% (o SuperEcobonus), la detrazione per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022 per interventi di efficienza energetica e utilizzo delle fonti rinnovabili di energia.

Tramite il sito è possibile:

  • Caricare, modificare e consultare le schede descrittive degli interventi di efficienza energetica e utilizzo delle fonti rinnovabili di energia che usufruiscono delle detrazioni fiscali del 50% (Bonus Casa). In analogia a quanto già previsto in materia di detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, occorre trasmettere per via telematica all’Enea le informazioni sugli interventi terminati dal 2018 in poi, che accedono alle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie (Bonus Casa) che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili;
  • Caricare, modificare e consultare le schede descrittive degli interventi di efficienza energetica e utilizzo delle fonti rinnovabili di energia che usufruiscono delle detrazioni fiscali ex legge 296/2006 e art. 14 D.L. 63/2013 (Ecobonus, detrazioni dal 50% all’85%) e Bonus facciate (90%);
  • Creare e protocollare le asseverazioni obbligatorie alla fine dei lavori e quando si opta per la cessione del credito e lo sconto in fattura per gli stati di avanzamento lavori al 30% e al 60% (SuperEcobonus 110%). L’asseverazione va infatti fatta sempre a fine lavori ed è possibile farla in corso d’opera al 30% e al 60% dei lavori realizzati. Deve essere redatta da un tecnico abilitato munito di polizza assicurativa espressamente stipulata per il SuperEcobonus 110%. Le regole per redigere e inviare le asseverazioni sono dettate dal DM Requisiti Tecnici e dal DM Asseverazioni. Il tecnico deve asseverare il rispetto dei requisiti stabiliti dalla normativa e il rispetto dei costi massimi, utilizzando parametri diversi in base alla tipologia degli interventi.

 

Cessione del Credito: il modello dell'Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un Provvedimento con cui si stabiliscono nuove modalità di invio della comunicazione della cessione dei crediti prevista dal DL Rilancio.

In particolare, è stato approvato un nuovo modello di comunicazione e le relative istruzioni. Il nuovo modello può essere utilizzato in sostituzione del modello precedente a decorrere dal 15 dicembre 2020.

Con il provvedimento è stato inoltre riportato che con un precedente Provvedimento del Direttore dell’Agenzia dell’Entrate sono state definite le modalità di comunicazione della cessione dei crediti d’imposta per:

  • Per i canoni di locazione per botteghe e negozi di cui al DL Cura Italia
  • Per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda di cui al DL Rilancio

In tal senso, considerata l’estensione temporale operata con il DL Agosto e con i pacchetti Ristori del suddetto credito d’imposta, per consentire l’avvio della comunicazione della cessione dei crediti da parte degli intermediari, con il provvedimento si intendono approvati i nuovi modelli di comunicazione in sostituzione di quelli allegati al Provvedimento del 1° luglio.

 

 

Quali tecnologie sono incentivate

Diverse tecnologie rappresentate da Anima rientrano negli incentivi previsti dal Superbonus. Nella sezione dedicata è possibile vedere tutte le tecnologie Anima incentivate dal Superbonus.

 

Le associazioni Anima coinvolte

Fra le associazioni Anima più coinvolte nell'applicazione e nelle discussioni legate al Superbonus ci sono Assoclima (costruttori sistemi di climatizzazione), Assotermica (produttori apparecchi e componenti per impianti termici), Climgas (costruttori e distributori di apparecchiature a gas per la climatizzazione), Aqua Italia (costruttori trattamenti acque primarie), e Italcogen (costruttori e distributori di impianti di cogenerazione).

Ogni settore ha le proprie particolarità. È possibile navigare questa sezione del sito dedicata al Superbonus anche a partire dalle pagine associative dedicate alle specifiche dei comparti:

Anche le pagine associative sono costantemente aggiornate per seguire l'evoluzione della tematica.