Coronavirus, come gestire l'emergenza

Ultimi aggiornamenti: DPCM 1 aprile, annunciato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa. Il provvedimento prevede anche la proroga al 13 aprile delle misure restrittive per fronteggiare il diffondersi del coronavirus già previste dai precedenti DPCM.

In questa pagina in continuo aggiornamento raccogliamo informazioni, link e documenti utili per aiutare le imprese della meccanica a gestire l'emergenza.

Ultimi aggiornamenti: DPCM 1 aprile, annunciato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa. Il provvedimento prevede anche la proroga al 13 aprile delle misure restrittive per fronteggiare il diffondersi del coronavirus già previste dai precedenti DPCM.

In questa pagina in continuo aggiornamento raccogliamo informazioni, link e documenti utili per aiutare le imprese della meccanica a gestire l'emergenza.

L'emergenza sanitaria e le misure attuate per contenere la diffusione del virus Covid-19 stanno avendo un forte impatto nella vita delle aziende. Anima si sta impegnando, insieme al sistema Confindustria, per aiutare le imprese ad affrontare l’emergenza ed essere di supporto nella risoluzione delle problematiche riscontrate. 

La pagina sarà in continuo aggiornamento e seguirà l’evolversi della situazione a livello nazionale.

 

AnimaOnline: un webinar per le imprese, appuntamento al 3 aprile

 

Dal decreto Cura Italia alle sospensioni delle attività produttive: quali sono gli strumenti a disposizione delle aziende.

 

Scopo del webinar è fornire alle aziende appartenenti al mondo della meccanica italiana un approfondimento sui risvolti legali connessi all’emergenza Coronavirus, come ad esempio gli obblighi e gli adempimenti, la responsabilità per le imprese, il diritto del lavoro, la privacy, l’impatto sui contratti ed i certificati di “Forza maggiore”, gli aiuti di stato e molto altro. L'appuntamento è venerdì 03 aprile alle 10.30: gli interventi saranno tenuti da avvocati specializzati dello Studio Legale Raffaelli e Rucellai.

  • Il webinar è gratuito previa registrazione online.
  • È necessario accedere all’iscrizione entro il 2 aprile.
  • Per partecipare occorre verificare i seguenti requisiti: una connessione internet veloce (ADSL), un browser aggiornato e una connessione audio-video.

È possibile proporre delle domande in anticipo: i relatori faranno una selezione e risponderanno durante il webinar. Scrivere una mail a eventi@anima.it

 

Ultimi aggiornamenti legislativi

Ultimi aggiornamenti: DPCM 1 aprile, annunciato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa. Il provvedimento, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, prevede:

  • Proroga al 13 aprile delle misure restrittive per fronteggiare il diffondersi del coronavirus già previste dai precedenti DPCM;
  • Proroga sempre fino al 13 aprile 2020 le Ordinanze del Ministero della Salute del 20 marzo e l’ordinanza del 28 marzo 2020 adottata dal Ministro della Salute di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti;
  • Modifica del DPCM dell’8 marzo introducendo la sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati e delle sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo.

Per quanto riguarda invece il decreto "Cura Italia", segnaliamo una serie di FAQ del ministero dell'Economia e delle Finanze in merito alle disposizioni contenute nel Decreto in questione (18/2020).

 

Le FAQ per interpretare il Dpcm 22 marzo

Ultimi aggiornamenti. Modificato l'Allegato 1 del Dpcm 22 marzo: nel nuovo elenco delle attività produttive essenziali, sono stati ridotti i codici autorizzati, come richiesto dai sindacati, ma è la chiusura delle attività è stata spostata al 28 marzo 2020 anche per la spedizione delle merci in giacenza. Per le attività funzionali alle filiere identificate dal DPCM 22 marzo come essenziali e riportate nel DM allegato, resta valida la procedura prevista all’Articolo 1, lettera d) del DPCM stesso.

Confindustria, a partire dalle numerose richieste arrivate dalle aziende tramite gli help desk del Sistema, ha elaborato un elenco di FAQ per supportare le imprese nella corretta interpretazione del DPCM 22 marzo 2020. Le FAQ saranno oggetto di costante aggiornamento. Il documento, al fine di agevolare la lettura della tabella allegata al DPCM, riepiloga in apertura i criteri di composizione della Classificazione Ateco 2007.

Anima ha inoltre elaborato linee interpretative specifiche per i settori della meccanica che integrano gli aspetti legati ad attività funzionali alle attività elencate nell’Allegato I, ai servizi essenziali ed ai servizi di pubblica utilità, attività consentite in base alla deroga di cui all’articolo 1 lettera d), chiusura solo della produzione, validità deroghe Art. 1, lettera d) per mercati esteri e cenni sulla corretta individuazione delle attività ricomprese nell’Allegato 1 al DPCM 22 marzo 2020

Il testo del DPCM 22 marzo 2020 dispone ulteriori misure urgenti per il contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale. Nel decreto è pubblicata, nell'allegato 1, la lista delle attività produttive industriali e commeciali ritenute strategiche, e quindi non soggette alla nuova misura.

Anima aveva chiesto al Governo le condizioni e il tempo necessari per poter mantenere il motore al minimo senza compromettere il futuro delle aziende. Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ha scritto inoltre al Premier Giuseppe Conte per chiedere, a valle delle decisioni assunte dal Governo sulla limitazione delle attività produttive solamente a quelle essenziali per tutto il territorio nazionale, di contemperare le diverse esigenze di cui si compone il sistema produttivo.

 

Link utili per monitorare l’emergenza

Per tenere monitorata la situazione di emergenza consigliamo di seguire la sezione del sito del Ministero della Salute dedicata al nuovo coronavirus. Dal sito è possibile inoltre monitorare in tempo reale la situazione in Italia.

È possibile anche monitorare graficamente il contagio attraverso la mappa dell'Italia in continuo aggiornamento elaborata dalla Protezione Civile e la mappa del mondo dell'Organizzazione mondiale della sanità.

In questa sezione della Gazzetta ufficiale sono elencati in continuo aggiornamento tutti gli atti che riportano misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica.

 

Uno sportello Anima per informazioni e supporto alle aziende della Meccanica

Anima ha attivato un Help Desk per raccogliere quesiti dalle aziende e fornire informazioni e supporto dialogando con il sistema Confindustria.

 


 

Rassegna stampa

Negli allegati potete trovare la rassegna stampa di martedì 24 marzo con le interviste al presidente di Anima Confindustria Marco Nocivelli, le proposte di Anima indirizzate al Governo e i temi in cui la Federazione si è posta in prima linea per la tutela della meccanica italiana durante la diffusione dell'epidemia di Covid-19. I contenuti della rassegna stampa di venerdì 27 marzo riguardano il comunicato stampa di Anima "L'industria meccanica chiude, ma il governo ci aiuti a riaprire in sicurezza. Al più presto".

 

Sicurezza, cantieri e logistica: ultimi aggiornamenti 

L'attuazione di misure di prevenzione ad hoc per il Covid-19 è fra i punti più importanti della gestione dell'emergenza. Nell’incontro in video conferenza fra Governo e Parti Sociali è stata annunciata la redazione di un Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, firmato sabato 14 marzo. Nei 13 punti del Protocollo vengono indicate le misure di precauzione da adottare per evitare i contagi negli ambienti di lavoro: si va dagli ingressi in azienda alla gestione delle mense e degli spazi comuni, dai dispositivi di sicurezza alla possibilità di rimodulare le attività fino alla gestione di un eventuale caso di Coronavirus.

Per l'adozione del Protocollo è disponibile un fac simile per le imprese da adattare alla propria realtà.

Nel frattempo, sono state pubblicate le linee guida del ministero dei Trasporti che dettagliano tutte le misure da implementare per garantire la sicurezza nei cantieri edili.

 

 

Le 7 proposte operative di Anima al Governo

Da un confronto continuo con le aziende associate, Anima ha elaborato, e presentato al Governo, 7 proposte operative per il sostegno al sistema produttivo italiano a seguito della diffusione di Covid-19.

 

Trasporti ferroviari e su gomma, due nuovi Decreti

 

Dal ministero dei Trasporti arrivano due decreti importanti. Il primo ha riprogrammato l’offerta di trasporto ferroviario passeggeri, senza limitazioni previste per il servizio di trasporto merci e di carattere emergenziale. I secondo ha sospeso i divieti di circolazione nei giorni festivi sulle strade extraurbane per i mezzi adibiti al trasporto cose.

 

L'accordo con le banche

Confindustria e le altre associazioni di rappresentanza hanno siglato con ABI l'Addendum all'Accordo per il Credito 2019, per sostenere le imprese di tutto il territorio nazionale colpite dall'emergenza epidemiologica COVID-19. L'Accordo prevede che le misure di sospensione e allungamento dei finanziamenti (mutui, leasing e finanziamenti a breve termine) siano estese ai finanziamenti in essere al 31 gennaio 2020 erogati in favore delle imprese danneggiate dall’emergenza (attualmente l’Accordo si applica ai finanziamenti in essere al 15 novembre 2018). Alcune banche hanno già annunciato misure di particolare favore, che includono tra l’altro la disponibilità a sospendere l’intera rata.

 

Merci e personale all'estero

La Commissione Europea ha pubblicato le linee guida per la gestione delle frontiere, con l’intenzione di salvaguardare il più possibile il mercato interno data la crisi sanitaria, coordinando le misure restrittive e quindi la gestione del transito di merci e persone nei confini interni ed esterni del mercato interno.

Mentre dalla Farnesina arriva uno sportello per segnalare difficoltà nella circolazione delle merci italiane in esportazione, e l’Unità di Crisi del Ministero ha creato un canale dedicato a tutte le aziende che inviano personale italiano all’estero all’interno del portale Dovesiamonelmondo

Rimane sempre operativo il servizio Dogana Facile a disposizione dei soci Anima per consulenza, informazioni e assistenza su aspetti strategici, legali e gestionali legati alle Dogane.

 

L'opinione delle aziende

Anima Confindustria ha predisposto, all'inizio dell'emergenza, un sondaggio per raccogliere l’opinione delle aziende in merito alla gestione dell'emergenza Coronavirus e al suo impatto sul fronte dell'impresa.

La partecipazione delle aziende è stata un contributo importante per individuare le misure più efficaci a supportare il settore, anche da un punto di vista economico, attraverso azioni mirate di sensibilizzazione delle istituzioni che quotidianamente ci vedono coinvolti come Federazione e come singole associazioni.

L'analisi delle risposte ha contribuito alla stesura delle 7 proposte di Anima al Governo

 

Confindustria ha lanciato inoltre una consultazione nazionale per valutare l'impatto economico di Covid-19 nei primi giorni di emergenza, sul magazine L'Industria Meccanica sono pubblicati i risultati dell'inchiesta.

 

Come attivare lo smart working

Il decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6 prevedeva facilitazioni per attivare le modalità di lavoro agile solo nelle zone a rischio.

Nell'ambito delle misure adottate dal Governo per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica, è stato emanato un nuovo decreto (DPCM 1 marzo 2020) che estende all’intero territorio nazionale l’applicazione dello smart working anche in assenza degli accordi individuali.

Pertanto dal 2 marzo fino al 1 settembre 2020 i datori di lavoro potranno attivare lo smart working anche in assenza degli accordi individuali. Gli obblighi informativi inerenti l’assicurazione obbligatoria per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali possono essere resi in via telematica utilizzando la documentazione disponibile sul sito dell’Inail.

Per una corretta gestione della eventuale sospensione dell’attività lavorativa e/o di eventuali ulteriori misure da adottare, occorrerà tener conto dell’evolversi della situazione e corrispondenti delle misure che verranno adottate dalla Pubblica autorità.

 

Quali norme igieniche adottare

Il Ministero della Salute ha diffuso un decalogo di buone norme per preservare l’igiene e ridurre così il rischio contagio. Si consiglia di lavarsi spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani, coprire bocca e naso se in caso di tosse o starnuti, pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

Si raccomanda inoltre di non prendere farmaci antivirali né antibiotici (a meno che siano prescritti dal medico), l’uso della mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si sta assistendo persone malate, e di non recarsi al pronto soccorso in caso di dubbi: meglio chiamare il medico di base e, in caso di presunto contagio, il 112. Nelle linee guida si precisa inoltre che i prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi e che gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus.

È possibile scaricare la presentazione dal sito del Ministero, e scaricare il poster in lingua italiana, in lingua inglese e in lingua cinese.

Anima, inoltre, ha in essere un Memorandum of Understanding con EnviroVest Industry Limited, realtà cinese attiva nel settore delle tecnologie dedicate all'ambiente, con la quale è stata costituita la Green Economy Confederation per lo sviluppo del business delle Pmi italiane in Cina. In virtù di questo legame segnaliamo le best practice consigliate dal partner cinese che da ormai due mesi vive e lavora quotidianamente in una situazione di emergenza sanitaria.