Viaggi, un approccio comune da parte dell'UE

Il 13 ottobre gli Stati membri dell'UE hanno adottato una raccomandazione del Consiglio per un approccio coordinato alla limitazione della libertà di circolazione in risposta alla pandemia di COVID-19.

23.02.2021

Il 13 ottobre gli Stati membri dell'UE hanno adottato una raccomandazione del Consiglio per un approccio coordinato alla limitazione della libertà di circolazione in risposta alla pandemia di COVID-19.

Per limitare la diffusione della pandemia di coronavirus i 27 Stati membri dell'UE hanno adottato varie misure, alcune delle quali, come l'obbligo di sottoporsi a una quarantena o a un test del coronavirus, hanno inciso sul diritto dei cittadini di circolare liberamente all'interno dell'Unione europea.
La raccomandazione indica quattro punti chiave su cui gli Stati membri dovrebbero coordinare i loro sforzi: 

  • un sistema comune di mappatura basato su un codice cromatico (verde, arancione, rosso, grigio)
  • criteri comuni per l'introduzione delle restrizioni di viaggio da parte degli Stati membri
  • maggiore chiarezza sulle misure applicate ai viaggiatori provenienti da zone a più alto rischio (test e autoquarantena)
  • informazioni al pubblico chiare e tempestive.

Sul sito ufficiale della Commissione Europea è possibile consultare tutte le raccomandazioni rivolte agli Stati membri.

Coronavirus