Riaprono le imprese: il Dpcm 26 aprile

Il Dpcm che apre alla Fase 2 è in Gazzetta Ufficiale. Prevedeva, dal 4 maggio, la riapertura delle attività del settore manifatturiero rimanente, le costruzioni e le attività di commercio all’ingrosso funzionale.

22.01.2021

Il Dpcm che apre alla Fase 2 è in Gazzetta Ufficiale. Prevedeva, dal 4 maggio, la riapertura delle attività del settore manifatturiero rimanente, le costruzioni e le attività di commercio all’ingrosso funzionale.

La riapertura era consentita sul presupposto che le aziende interessate rispettassero rigorosamente il protocollo di sicurezza sul luogo di lavoro, di cui era stata firmata il 24 aprile una versione aggiornata.

In vigore da lunedì 4 maggio a domenica 17 maggio, a differenza del precedente DPCM del 10 aprile, prevedeva la concessione degli spostamenti per incontrare i congiunti, la riapertura per molte imprese (a partire dal 4 maggio) tramite una lista aggiornata dei codici ATECO, il divieto di spostarsi in una Regione diversa da quella dove ci si trova, ma con possibilità di rientro presso il proprio domicilio, l’obbligo per gli individui presenti sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi.

Coronavirus