Lettera di Confindustria, Bdi e Medef all'Europa

In data 12 maggio Confindustria, Bdi e Medef hanno pubblicato una dichiarazione congiunta rivolta ai governi di Italia, Germania e Francia e alle Istituzioni europee, per chiedere un ampio piano per tornare a crescere e difendere la competitività delle imprese. 

18.02.2021

In data 12 maggio Confindustria, Bdi e Medef hanno pubblicato una dichiarazione congiunta rivolta ai governi di Italia, Germania e Francia e alle Istituzioni europee, per chiedere un ampio piano per tornare a crescere e difendere la competitività delle imprese. 

Partendo dal presupposto che non tutti i Paesi sono stati colpiti allo stesso modo e i settori industriali non potranno evitare le forti ripercussioni economiche su produzione, occupazione e finanza pubblica, vengono espresse delle precise richieste suddivise in 6 punti:

  1. una risposta adeguata da parte della politica, con piani di uscita dall'emergenza e sostegno fiscale;
  2. una cooperazione europea e internazionale nei piani d'uscita dall'emergenza e in quelli per la ripresa;
  3. una risposta ambiziosa da parte dell'Ue, "senza precedenti" 
  4. forti misure fiscali anti-cicliche a livello nazionale per supportare la ripresa;
  5. necessario prevedere, almeno fino al 2023, un forte stimolo fiscale a livello nazionale ed europeo, pari almeno al 5% del Pil;
  6. mettere a bilancio le nuove priorità politiche, utilizzando anche il Green Deal per dare nuovo slancio alle infrastrutture.

In allegato trovate i contenuti della dichiarazione congiunta riportati dal Sole 24 Ore.

Coronavirus