Il testo e le novità del nuovo DPCM 24 ottobre

Da unedì 26 ottobre è in vigore il nuovo DPCM pubblicato ieri sulla sulla Gazzetta Ufficiale n. 265 di domenica 25 ottobre.

14.01.2021

Da unedì 26 ottobre è in vigore il nuovo DPCM pubblicato ieri sulla sulla Gazzetta Ufficiale n. 265 di domenica 25 ottobre.

Avrà efficacia fino al 24 novembre. Il decreto dispone nuove misure di contenimento; oltre ai contenuti del nuovo DPCM, il premier Giuseppe Conte ha annunciato un nuovo DL con misure di ristoro economico per le categorie più colpite.

  • Dispositivi di protezione individuale – Rimane obbligatorio sull’intero territorio nazionale di avere sempre con se dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazione private e in tutti i luoghi all’aperto dove non sia garantita la la condizione di distanziamento sociale.
  • Chiusura al pubblico di piazze e centri urbani – Confermata la possibilità di chiusura al pubblico, dove si possono creare situazione di assembramento, dopo le ore 21.00, di strade o piazze.
  • Ristorazione – Obbligo di disporre all’esterno dei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali, un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse. Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite dalle ore 5.00 alle ore 18.00 con consumo al tavolo ammesso a sole quattro persone per tavolo salvo che siano conviventi. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione con consegna a domicilio. Per l’asporto, la ristorazione è consentita fino alle ore 24.00.
  • Attività commerciali - le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni. Queste attività devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all'allegato 10.
  • Congressi e fiere – Rimangono sospesi i convegni, congressi e altri eventi ad eccezione di quelli che si svolgono a distanza. Sono inoltre vietate le fiere di qualunque genere e altri analoghi eventi.
  • Smart Working – Per quanto riguarda le attività professionali private viene raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile qualora possano essere svolte al proprio domicilio. Viene confermato l’incentivazione delle ferie e dei congedi retribuiti. Inoltre sulla gestione del lavoro viene racommandata: l'assunzione di protocolli e sicurezza anti contagio; l'incentivazione della sanificazione dei luoghi di lavoro.
Coronavirus