Credito d'imposta per sanificazione ambienti e acquisto DPI

L'Agenzia delle Entrate, lo scorso 10 luglio, ha emanato il Provvedimento Prot. n. 259854/2020 con il quale ha definito criteri e modalità di applicazione e fruizione del credito d'imposta al 60%: 

    21.02.2021

    L'Agenzia delle Entrate, lo scorso 10 luglio, ha emanato il Provvedimento Prot. n. 259854/2020 con il quale ha definito criteri e modalità di applicazione e fruizione del credito d'imposta al 60%: 

      • per l’adeguamento degli ambienti di lavoro, di cui all’articolo 120 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (ammontare massimo spese ammissibili: 80.000,00€)
      • per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione, di cui all’articolo 125 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (ammontare massimo spese ammissibili: 60.000,00€)
      • nonché le modalità di comunicazione (telematica) e l’opzione per la cessione dei crediti stessi, anche parziale, ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

      Nel primo caso, il credito d'imposta potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione o ceduto, anche in maniera parziale (fino al 31 dicembre 2021).

      Nel secondo caso il credito d’imposta potrà essere utilizzato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa oppure in compensazione oppure ceduto, anche in maniera parziale (fino al 31 dicembre 2021).

      Il testo della Circolare, il modello di comunicazione e le relative istruzioni, nonché il dettaglio delle attività ammesse sono consultabili al seguente link.

      Coronavirus