Legge di Bilancio 2018 – Pacchetto Impresa 4.0

Con la Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205 del 27 dicembre 2017 – GURI n. 302 del 29 dicembre us) sono state riconfermate e rafforzate alcune delle misure che riguardano il Piano Industria 4.0 – ora denominato Impresa 4.0 – varato dal Governo a settembre 2016.
 
Iperammortamento (commi 30-36)
L’accesso al beneficio è prorogato a tutto il 2018 (con consegna dei beni entro il 31 dicembre 2019).
Entro il 31 dicembre 2018 il relativo ordine deve risultare accettato dal venditore e deve essere avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.
E’ altresì confermato il beneficio per i beni immateriali di cui all’Allegato B della Legge di Bilancio 2017, al quale, in particolare, sono aggiunte le seguenti:
sistemi di  gestione  della  supply  chain  finalizzata  al  drop shipping nell'e-commerce;
software e servizi digitali per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa, ricostruzioni 3D, realta' aumentata;
software,  piattaforme  e  applicazioni  per  la  gestione   e   il coordinamento  della  logistica  con   elevate   caratteristiche   di integrazione   delle    attività  di    servizi (comunicazione intra-fabbrica,  fabbrica-campo  con  integrazione   telematica   dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field)
 
Infine viene introdotta la possibilità di sostituire, durante il periodo di ammortamento, i beni che fruiscono dell’iperammortamento con altri beni aventi caratteristiche tecnologiche analoghe o superiori.
In questo caso, se il  costo  di  acquisizione  dell'investimento sostitutivo risulta inferiore al costo di acquisizione del bene sostituito – e  sempre  che  ricorrano  le  altre  condizioni previste –  la  fruizione  del beneficio prosegue per le quote residue fino a concorrenza del  costo del nuovo investimento.
 
Superammortamento (comma 29)
E’ confermato il beneficio per l’acquisizione di beni materiali strumentali nuovi,  esclusi i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui al Testo unico delle imposte sui redditi, anche se con una percentuale ridotta (130%). Anche in questo caso entro la data del 31 dicembre 2018 il relativo  ordine deve risultare accettato dal venditore  e deve essere  avvenuto  il  pagamento  di acconti  in  misura almeno pari  al  20% del  costo  di acquisizione. Per la consegna resta fissata la data del 31 dicembre 2019.
 
Nuova Sabatini (comma 40)
La Nuova Sabatina viene rifinanziata secondo la seguente:
per il 2018: 33 milioni €
per il 2019: 66 milioni €
per il 2020 66 milioni €
per il 2021: 66 milioni €
per il 2022: 66 milioni €
per il 2023: 33 milioni €
 
Credito d’imposta per la formazione (commi 46-48)
A tutte le imprese, indipendentemente  dalla  forma  giuridica, dal settore economico in cui operano  nonché  dal  regime  contabile adottato, che effettuano spese in attività di formazione nel periodo d'imposta successivo a quello  in  corso  al  31  dicembre  2017,  è attribuito un credito d'imposta nella misura del 40 per  cento  delle spese relative al solo costo aziendale del personale  dipendente  per il periodo in cui è occupato in attività di formazione.
 
Tale credito d'imposta è  riconosciuto,  fino ad  un  importo  massimo  annuale  di  euro 300.000   per   ciascun beneficiario
 
Sono ammissibili al credito  d'imposta  solo  le  attività  di formazione svolte per acquisire o  consolidare  le  conoscenze  delle tecnologie previste dal Piano nazionale Industria 4.0 quali big  data e analisi dei dati, cloud e fog computing,  cyber  security,  sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida,  sistemi  di  visualizzazione  e realtà aumentata, robotica  avanzata  e  collaborativa,  interfaccia uomo macchina, manifattura additiva,  internet  delle  cose  e  delle macchine e integrazione digitale dei  processi  aziendali,  applicate negli ambiti elencati nell'allegato A della Legge di Bilancio 2018 (vendite e marketing, informatica, tecniche e tecnologie di produzione)
Non si  considerano  attività  di  formazione  ammissibili  la formazione  ordinaria  o  periodica  organizzata   dall'impresa   per conformarsi alla normativa vigente in materia di salute  e  sicurezza sul luogo di lavoro, di protezione  dell'ambiente  e  ad  ogni  altra normativa obbligatoria in materia di formazione.
 
Stanziamenti per l’istruzione (comma 67)
Per consentire al sistema  degli  Istituti  tecnici  superiori, scuole  per  le  tecnologie  applicate  del  sistema  di   istruzione nazionale di  incrementare  l'offerta  formativa  e conseguentemente i soggetti  in  possesso  di competenze  abilitanti all'utilizzo degli strumenti avanzati di  innovazione  tecnologica  e organizzativa correlati anche al processo  Industria  4.0,  sono stanziati ulteriori:
10 milioni €, nel 2018
20 milioni €, nel 2019
35 milioni €, nel 2020
 
rispetto al Fondo per l'istruzione e formazione tecnica superiore istituito dalla Legge Finanziaria 2007.
 
Il testo integrale della Legge di Bilancio 2018 è consultabile al seguente link.
Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è invece disponibile una breve nota sul Pacchetto definito,

Di interesse per: 
Generale
Fonte: 
Area tecnica
09/01/2018

Aziende e prodotti

  • Elenco Soci e merceologie

    In questa sezione si trova il Repertorio delle Aziende associate ANIMA, database completo e funzionale delle imprese italiane del settore meccanico.