Focus Paese ANIMA Marocco | Milano, 11 ottobre

Paese stabile, in crescita continua e con concreto sviluppo per la filiera meccanica

Il Marocco è un Paese stabile politicamente, che non ha vissuto la tumultuosa fase della “primavera araba”. 

33,7 milioni di abitanti, di cui circa il 60 % nelle grandi città del Paese: Casablanca, Rabat, Fes, Marrakech, Tangeri.

L’Italia è il 6° fornitore estero per il Marocco e, nel corso dei primi sei mesi del 2017, le nostre esportazioni sono aumentate del + 8,4% (cresciute del + 9,8 % nel corso del 2016). 

 

I settori di punta del Paese sono: 

produzioni agroalimentari (cereali, ortofrutta, prodotti ittici) che rappresentano il 14% del PIL con oltre il 40% della popolazione occupata, e industria della trasformazione alimentare, 

filiera automobilistica, è il secondo produttore africano del settore automotive, dopo il Sud Africa

estrazione e lavorazione dei fosfati

filiera della lavorazione della pelle, una delle industrie tradizionali del Marocco

produzione di energia da fonti rinnovabili. Entro il 2030 il Marocco dovrebbe produrre il 52 % del proprio fabbisogno elettrico da fonti rinnovabili. 

Il 4 febbraio 2016, hanno inaugurato la prima centrale del più grande impianto solare al mondo. Avvierà un progetto di costruzione di tre centrali idroelettriche private e intensificherà anche la produzione di energia eolica

infrastrutture. Piano di potenziamento da attuare entro il 2035 (strade, ferrovia, aeroporti e porti) con investimenti per circa € 55 miliardi, i  principali committenti sono le Ferrovie dello Stato, l’Ufficio nazionale degli Aeroporti, l’Agenzia nazionale dei Porti 

edilizia e turismo.

 

Il 29,3 % delle importazioni è costituito di beni strumentali e meccanica.

Il Marocco ha bisogno di tecnologia per potenziare le proprie attività agricole e manifatturiere, far fronte al crescente fabbisogno energetico ed attuare le proprie politiche ambientali. 

In tale prospettiva, è da sottolineare il crescente interesse delle imprese marocchine nei confronti della meccanica strumentale e delle attrezzature per l’industria di trasformazione agroalimentare, delle energie alternative, della gestione delle preziose risorse idriche, nelle infrastrutture e della logistica.

Inoltre a febbraio 2017 ha fatto domanda di adesione alla Communauté Economique des Etats d’Afrique de l’Ouest (CEDEAO), uno spazio di libera circolazione di persone, beni, capitali e servizi in vigore in 15 Paesi africani, con 320 milioni di abitanti. 

I primi dieci fornitori esteri per il Marocco sono: Spagna (15,4 %), Francia (13,8%), Cina (9,3%), Stati Uniti (6,2 %), Germania (5,8%), Italia (5,6 %), Turchia (4,6 %), Portogallo (2,9 %), Russia (2,6 %).

Il Marocco, secondo la Banca Mondiale, dovrebbe crescere del + 4 % nel 2017, grazie ai migliori raccolti agricoli (favoriti dalle precipitazioni), al settore industriale (che vede affluire ingenti investimenti esteri) e all’edilizia e grandi lavori, favoriti dai programmi di edilizia sociale e di infrastrutture di base. 

Una crescita simile è prevista anche per il 2018.

In questo scenario, Federazione ANIMA organizza un incontro di approfondimento pratico atrravervo il Focus Marocco che si terrà il 11 ottobre a Milano.

>> ISCRIVITI SUBITO ATTRAVERSO IL FORM SOTTO ALLEGATO


PROGRAMMA

- ore 09.30 Accoglienza

- ore 10.00 Saluti e introduzione 

Consolato Generale Marocco in Italia

- ore 10.30 Saluti Istituzionali e panoramica del Paese

       ICE Agenzia per la promozione all'Estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane

       Giancarlo Lamio, Relazioni Istituzionali

         >> In collegamento diretto Skype da Ufficio ICE Agenzia di CASABLANCA con:

       Giovanni Bifulco, Direttore Ufficio ICE Marocco

 

- ore 11.45 Export: Aspetti contrattuali e legali

       Hanz Giovanni Chiappetta, Lawtelier Avvocati Associati

       >> In collegamento via Skype con studio legale locale

- ore 12.45 networking lunch

- ore 13.45 L’operatività bancaria 

Istituto bancario

- ore 14.15  Barriere agli scambi commerciali, strumenti e specificità doganali legate al territorio

       Easyfrontier, partner del Progetto ANIMA Dogana Facile 

- ore 15.30  Gli strumenti SACE e Simest a sostegno dell'internazionalizzazione delle aziende italiane

       Camillo Maria Pulcinelli, Responsabile Servizio Relazioni Istituzionali Simest S.p.A.

- ore 16.15  Q&A e conclusione del seminario

 

Si ricorda che l'evento non è un convegno bensì una tavola rotonda operative tra imprese e professionisti e che l'adesione è a numero chiuso per consentire l'interazione diretta.

 

>> ISCRIVITI SUBITO ATTRAVERSO IL FORM SOTTO ALLEGATO
Di interesse per: 
Generale
Fonte: 
Anima
20/09/2017

Aziende e prodotti

  • Elenco Soci e merceologie

    In questa sezione si trova il Repertorio delle Aziende associate ANIMA, database completo e funzionale delle imprese italiane del settore meccanico.