Uida risponde all'emergenza rifiuti

Conferenza stampa 14 giugno 2012

Il dissipatore di rifiuti alimentari: quando gli scarti sono una risorsa.

 

In queste ore imperversa la ricorrente emergenza rifiuti. Uida-DRA, associazione confindustriale, intende mostrare dati economici e soluzioni per una raccolta differenziata più efficiente, comoda, immediata.

 

Nel corso della conferenza stampa saranno presentati i benefici della tecnologia del dissipatore di rifiuti alimentari utile a rispondere al problema ingente dello smaltimento dei rifiuti che sta attanagliando le nostre città.

 

In Italia sono state condotte negli ultimi quattro anni diverse sperimentazioni da parte del Gruppo DRA che hanno interessato i territori di Lucca, Monghidoro, Biella, Padova e da ultimo Chieri (TO), che rappresenta una novità assoluta per gli obiettivi che si è posta: per la prima volta, in Italia, i risultati consentono di valutare gli effetti economici, oltre agli impatti fisici dell’uso del dissipatore.

 

Nel corso della conferenza stampa verranno illustrati i dati del Progetto Chieri e l’esperienza estera della Svezia e quella italiana di Lucca e Monghidoro (BO) attraverso testimonianze video.

Saranno presenti il Presidente Uida-DRA, Giuliana Ferrofino, e il VicePresidente dell’associazione Uida-DRA, Ing. Piero Rusconi.

 

Chi siamo

Uida-DRA, federata ANIMA/Confindustria è l’associazione che rappresenta a livello nazionale le imprese che operano nell’impiantistica per la difesa dell’ambiente, nei settori degli impianti per la depurazione delle acque reflue, il disinquinamento atmosferico e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e industriali. All’interno di Uida il Gruppo Dissipatori di Rifiuti Alimentari – DRA riunisce le aziende produttrici e distributrici di apparecchi, quali I&D Blanco, InSinkErator (Emerson Electric Group), Ecofast ITALIA e Frigo 2000 (General Electric).  Il dissipatore è uno strumento installato direttamente sotto al lavello della cucina. E’ un’indubbia comodità per l’utente e il rifiuto organico, ottenuto dall’uso del dissipatore, risulta più facilmente selezionato e avviato alle operazioni di recupero. Attraverso il DRA, dissipatore di rifiuti alimentari, per uso domestico, industriale e per la ristorazione, gli scarti alimentari, ridotti e frantumati, sono convogliati nella rete fognaria. Una raccolta di qualità permette di realizzare un riutilizzo che nel caso della FORSU alimentare si traduce in Biogas e in Fertilizzante.

 

Di interesse per: 
Sicurezza e ambiente
Fonte: 
Anima
13/06/2012
AllegatoDimensione
immagine 11.77 MB
immagine 21.89 MB
immagine 31.95 MB