Tecnico manutentore certificato per porte tagliafuoco

Sicurezza e professionalità

Il tema delle professionalità sta diventando un aspetto cruciale nei più diversi settori. Da un paio di anni infatti il Ministero dello Sviluppo Economico guarda con favore, da un lato, alle iniziative parlamentari in corso sulla regolamentazione delle attività professionali ed in particolare alla legge n.4 del 2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”, e dall’altro, alle attività che l’UNI, sul piano della normazione ed Accredia, per quanto concerne l’accreditamento dei certificatori, stanno già svolgendo in materia.

La Federazione ANIMA, in particolare attraverso l’operato e l’attenzione di due sue associazioni ha avviato un importante progetto su questa tematica. Assoferma, Associazione Nazionale Fabbricanti Serrature Ferramenta e Maniglie, opera proprio per creare una cultura rivolta alla sicurezza e alla professionalità. Per tale motivo ha siglato un accordo con l’associazione UMAN, Associazione Nazionale Aziende Sicurezza e Antincendio anch’essa federata ANIMA, per lo sviluppo di percorsi formativi ad hoc rivolti alla certificazione della figura professionale del manutentore di porte tagliafuoco. I corsi vengono svolti con alcuni enti esterni che hanno titolarità a validare e verificare le competenze erogate in prima battuta e a testare l’apprendimento e la preparazione dei docenti prima di rilasciare il titolo di manutentore certificato di porta tagliafuoco. Sui rispettivi siti web sono presenti il calendari delle sessioni formative.

A tal fine i corsi vengono curati e svolti dalle due associazioni in alcune sedi selezionate, abilitate a svolgere questo tipo di attività. Al momento solo tre sedi in tutto il territorio nazionale sono state certificate allo svolgimento di questo tipo di corsi. Assoferma e UMAN sono sempre più convinte che sia necessario investire per diffondere le competenze atte a rendere più sicuri i prodotti e ridurre i danni a cose e persone spesso frutto di un’errata valutazione in fase di installazione o di manutenzione.

Si tratta di un importante sforzo congiunto tra associazioni appartenenti al sistema ANIMA/Confindustria, separate solo sulla carta ma attive nel grande campo della Sicurezza, in modo da creare nuovo valore aggiunto fondendo le competenze univoche maturate nei singoli settori industriali. Un ulteriore passo avanti che conferma il ruolo di riferimento delle due associazioni nei rispettivi settori.

Fonte: 
Associazione
01/03/2016