Porte pedonali motorizzate: la EN 16005 “sotto” la Direttiva Macchine

La Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea del 5 aprile 2013, (2013/C 99/01), ha pubblicato la Comunicazione della Commissione europea nell’ambito dell’applicazione della direttiva 2006/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2006, relativa alle macchine e che modifica la direttiva 95/16/CE relativa a titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della normativa dell'Unione sull'armonizzazione.

Tra le nuove norme che vi appaiono da rilevare la EN 16005:2012 Porte pedonali motorizzate - Sicurezza in uso - Requisiti e metodi di prova, pubblicata nell’ottobre 2012.

La norma specifica i requisiti di progettazione e i metodi di prova per porte pedonali motorizzate interne ed esterne, e riguarda la sicurezza in uso delle porte pedonali motorizzate usate sia in normali ingressi che in vie di fuga e come porte tagliafuoco e di protezione contro il fumo.

La EN 16005 si applica alle porte pedonali motorizzate di tipo scorrevole, a battente e girevoli, incluse le porte bilanciate e le porte a libro con anta a movimento orizzontale e i portoncini motorizzati incorporati in altri tipi di porte il cui uso principale è quello di garantire un accesso sicuro alle persone. Non si applica invece a: porte a movimento verticale, porte di ascensori, porte di veicoli, porte o cancelli motorizzati principalmente usati per il traffico veicolare o per l’accesso di merci, porte utilizzate nei processi industriali, partizioni, porte fuori dalla portate delle persone (come i cancelletti di gru e carri ponte), barriere per traffico veicolare, tornelli, porte in corrispondenza di banchine metropolitane/ferroviarie.

La pubblicazione dei riferimenti della EN 16005 in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea è un atto estremamente importante dal punto di vista legale in quanto il rispetto dei requisiti di sicurezza contenuti nella norma offre una maggior protezione al costruttore.

A presiedere l'ad hoc group Powered Pedestrian Doors del CEN TC 33 che ha portato a termine la norma in qualità di convenor è stato l'esperto Roberto Franza in rappresentanza di Unac/Anima che ha seguito direttamente e attivamente la stesura, coordinando il pool di esperti europei che hanno partecipato ai lavori per questa specifica attività.

Fonte: "Guida Finestra"


Di interesse per: 
Sicurezza e ambiente
Fonte: 
Web
09/05/2013