Primo censimento nazionale sulle alternative agli HFC

Roma, 12 luglio 2019 - Sala Conferenze ISPRA, Via Vitaliano Brancati 48

Roma, 12 luglio 2019 - Sala Conferenze ISPRA, Via Vitaliano Brancati 48: presentazione del lavoro ISPRA “First National Census on HFC alternative technologies – Aerosol, Air conditionig, Foams and Refrigeration sectors”, primo censimento in Italia sulle innovazioni tecnologiche "made in Italy" alternative agli HFC e il primo tentativo di costruire un quadro preliminare delle tecnologie rispettose del clima nei settori che utilizzano gas fluorurati. L'occasione permetterà di avere un  confronto tra il mondo della ricerca, le istituzioni, le associazioni di categorie e gli stakeholder.

Per ANIMA/ASSOCOLD interverrà Francesco Mastrapasqua, Presidente di Assocold - Costruttori Tecnologie per il Freddo.

Programma

10.00 - Registrazione dei partecipanti

10:15 - Apertura dei lavori - Saluti Istituzionali: ISPRA e MATTM

10:30 – 10:45 - Presentazione del lavoro ISPRA “First National Census on HFC alternative technologies – Aerosol, Air conditionig, Foams and Refrigeration sectors”: quali prospettive di medio-lungo periodo per i diversi settori alla luce del Regolamento UE F-GAS e dell’Emendamento di Kigali

10:45 – 11:30 - Spazio per interventi. Sono stati invitati a partecipare: ASSOCOLD/ANIMA, ASSOCLIMA/ANIMA, UMAN/ ANIMA, ANPE, AIA/FEDERCHIMICA.

A partire dalla presentazione della rassegna ISPRA, le imprese e le associazioni di categoria dei vari settori (refrigerazione e condizionamento d’aria commerciale, schiume industriali, aerosol e antincendio) sono invitate a confrontarsi sullo stato delle tecnologie italiane alternative agli HFC, discutendo delle tecnologie esistenti, delle future opzioni e soluzioni di medio-lungo termine, e delle possibili criticità tecnologiche nei diversi settori industriali.

11:30 - 11.45 – Technology and Economic Assessment Panel (TEAP) del Protocollo di Montreal- Preparare la transizione tecnologica verso un futuro “HFC-free”: capacity building, formazione dei tecnici e standard internazionali (quanto condizionano lo sviluppo delle aziende; punto della situazione rispetto agli obiettivi di phase-down del regolamento f-gas)

11:45 – 12:15 - Spazio per interventi. Sono stati invitati a partecipare: ASSOFRIGORISTI, Centro studi Galileo, Inres-Coop.

Le associazioni di categoria, i centri di formazione e i poli di ricerca si mettono a confronto sulle tematiche correlate alla costruzione di un quadro di supporto a livello nazionale ed internazionale finalizzato alla facilitazione del raggiungimento degli obiettivi del phase-down, a partire dagli interventi di sviluppo delle capacità tecniche dei tecnici dei settori interessati dall’attuazione del Regolamento F-Gas dai processi in corso per la revisione degli standard internazionali, portando le proprie esperienze in vista della scadenze già superate e o da venire.

12:15 - 12:35 – MATTM/UNIDO - Internazionalizzazione e best practice a confronto nei vari settori.

12:35 - 13:00 - Spazio per interventi. Sono stati invitati a partecipare: Epta, Carel, Euroklimat, Tagos srl, Gielle.

A partire da un esempio concreto di cooperazione internazionale con la Cina presentato da UNIDO sulle tecnologie a propano (HC-290) nel settore dell’aria condizionata domestica, i partecipanti su confronteranno su come sono eventualmente cambiate le esperienze di internazionalizzazione nei vari settori (alla luce dell’attuale contesto normativo: Emendamento di Kigali e Regolamento f-gas) e quali prospettive sussistono per l’apertura delle imprese italiane ai mercati internazionali e allo sviluppo di partenariati strategici anche attraverso gli strumenti della cooperazione internazionale in campo ambientale e per la promozione dello sviluppo sostenibile.

13:00 - 13:15 - MATTM – Protocollo di Montreal Cop-Mop 2019. Prospettive e opportunità per il Sistema Italia alla luce del Fondo Multilaterale Ozono e la cooperazione ambientale bilaterale.

Il MATTM fornisce informazioni relative alla prossima MoP del Protocollo di Montreal che si terrà in Italia e sarà occasione per ospitare anche dei side-events durante i quali le aziende possono presentare le proprie tecnologie o le esperienze all’estero.

13:30 – Chiusura lavori

http://www.isprambiente.gov.it/it/news/tecnologie-alternative-agli-hfc-made-in-italy-e-opportunita-per-il-sistema-italia

Di interesse per: 
Alimentare
Fonte: 
Associazione
10/07/2019