MOCA: Nuove sanzioni amministrative - D.lgs. 29/2017

Pubblicato il Decreto Legislativo 29/2017

Nuove sanzioni amministrative per la violazione delle leggi che stabiliscono le caratteristiche dei materiali destinati al contatto con gli alimenti usati per la fabbricazione di macchinari e componenti - D.lgs. 29/2017

Le sanzioni amministrative, previste per la violazione delle norme sui materiali a contatto con gli alimenti (c.d. MOCA), dal D.lgs. 29/2017, si aggiungono alla tutela prevista dal diritto civile e penale, per le possibili conseguenze che siano attribuibili al trasferimento di sostanze pericolose per la salute negli alimenti.
La pubblicazione del D.lgs. 29/2017 ha sollecitato l’attenzione degli operatori sulle norme relative ai MOCA, che sono applicabili anche nell’ambito della fabbricazione di macchinari per la trasformazione degli alimenti e ai componenti che siano destinati al contatto con gli alimenti, per esempio, valvole, tubi, pompe dosatrici.
La norma principale è il regolamento CE 1935/2004 (qui la legislazione UE), il quale costituisce tuttavia una “norma quadro”, la cui applicazione deve essere integrata con le norme specifiche previste per alcuni materiali e con le norme nazionali.
Le norme nazionali entrano in gioco solo nel caso in cui non sia prevista, dalla UE, una norma specifica relativa al materiale regolato dalla norma nazionale. È il caso, quest’ultimo, del DM 21/3/1973 (qui le norme nazionali), che si applica ai materiali a contatto con gli alimenti non già normati da regolamento specifico UE.
Sono quindi complementari all’applicazione del regolamento 1935/2004, vale a dire che l’applicazione di quest’ultimo non esclude affatto l’applicazione di ulteriori e specifici regolamenti, previsti proprio in attuazione del regolamento 1935/2004, i seguenti:

•    il Regolamento (UE) n. 10/2011 definisce norme specifiche per i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari (si veda la guida UE reg. 10/2011);
•    il Regolamento (UE) n. 284/2011 stabilisce condizioni particolari e procedure dettagliate per l’importazione di utensili per cucina in plastica a base di poliammide e di melammina originari della Repubblica popolare cinese e della regione amministrativa speciale di Hong Kong, Cina, o da esse provenienti;
•    il Regolamento (CE) n. 450/2009 stabilisce i requisiti per l’immissione sul mercato dei materiali e degli oggetti attivi ed intelligenti destinati a venire a contatto con gli alimenti;
•    il Regolamento (CE) n. 282/2008 disciplina in modo speciale i materiali e gli oggetti di plastica riciclata destinati al contatto con gli alimenti.

Uno dei principi fondamentali sottolineati da queste norme è la necessità di mantenere la tracciabilità dei MOCA, per consentire una efficace attività di controllo delle Autorità competenti. Per questo sono espressamente previste dai regolamenti dettagliate dichiarazioni di conformità di ciascun materiale.

Cliccare qui per la precedente notizia sullo stesso decreto >>

Di interesse per: 
Alimentare
Fonte: 
Anima
12/04/2017