Linea guida per la definizione di requisiti tecnico-funzionali della segnaletica verticale (permanente) in applicazione alla UNI EN 12899-1:2008

16 giugno 2016 - Pubblicata la nuova edizione della UNI 11480

 

 

Il 16 giugno 2016 è stata pubblicata la nuova edizione della UNI 11480 "Linea guida per la definizione di requisiti tecnico-funzionali della segnaletica verticale (permanente) in applicazione alla UNI EN 12899-1:2008”La norma UNI 11480, pubblicata la prima volta nel 2013, contiene raccomandazioni valide - a livello nazionale - per definire i requisiti minimi della segnaletica stradale verticale permanente ed è ad integrazione della UNI EN 12899-1, che impone la marcatura CE obbligatoria su tutti i segnali verticali permanenti per il traffico stradale prodotti e commercializzati nei paesi dell’Unione Europea.

La UNI 11480 - elaborata per essere utilizzata dagli enti gestori della strada, ma anche da privati che intendono installare sul proprio territorio segnali conformi a quelli utilizzati su strade pubbliche - specifica i requisiti per i segnali completi (inclusi i sostegni), per i segnali (pannelli incluse le facce a vista), per i pannelli (escluse le facce a vista) e per altri componenti (pellicole retroriflettenti e apparecchiature per illuminazione).
 
I segnali temporanei non rientrano nella trattazione della presente norma, in quanto per questi ultimi non è prevista alcuna marcatura o certificazione particolare, ma è raccomandata la realizzazione della faccia a vista.
 
La UNI 11480 – redatta con il contributo dello stesso Ministero, di ASSOSEGNALETICA, dei suoi associati e di operatori della filiera stradale -  ha lo scopo di creare uno spartiacque netto tra prodotti conformi e difformi. Per questa ragione ASSOSEGNALETICA ne sostiene il valore, ricordando a produttori e utilizzatori le loro rispettive responsabilità: i primi (fabbricanti, mandatari, importatori e distributori)  sono chiamati a rispondere per la produzione, l’immissione sul mercato e il commercio dei prodotti, i secondi (progettisti, direttori dei lavori o cantieri, utilizzatori, imprese o enti pubblici e privati) sono responsabili per l’acquisto e l’impiego di segnaletica stradale verticale che deve essere munita di marcatura CE.
 

Di interesse per: 
Sicurezza e ambiente
Fonte: 
Istituzioni
20/06/2016