Un futuro intelligente e sostenibile per l'energia

POSITION PAPER PER LA MICROCOGENERAZIONE


La microcogenerazione, oltre a essere un metodo molto efficiente per la produzione di calore ed energia elettrica, è anche un valido strumento per ridurre l’inquinamento atmosferico, ridurre la dipendenza energetica del nostro Paese e contrastare il mutamento climatico.
Queste le solide basi su cui poggia la microcogenerazione, evidenziate nel position paper sottoscritto da aziende, università e associazioni, tra cui Climgas

Politecnico di Milano, Università Politecnica delle Marche, Energy Center del Politecnico di Torino, AiCARR, Elettricità Futura, Climgas, Anigas, Totem, Solid Power, Tecnocasa, Paradigma, Snam, 2iReteGas, questi i sottoscrittori del documento, che punta su di una tecnologia che, sfruttando le ben sviluppate infrastrutture di trasporto, stoccaggio e distribuzione del gas naturale, permette di scaldare efficientemente gli ambienti, produrre acqua calda sanitaria e generare energia elettrica.
La cogenerazione permette un risparmio energetico anche del 20% in termini di energia primaria per generare separatamente energia elettrica e calore, con emissioni particolarmente ridotte.
La possibilità di alimentare la microcogenerazione con biometano nel medio termine aggiungerà poi una componente rinnovabile a un sistema già rispettoso dell’ambiente.

Negli utilizzi del calore prodotto questa tecnologia può essere efficacemente integrata con caldaie e pompe di calore, contribuendo al miglioramento della qualità dell’aria negli ambienti urbani
Nel settore elettrico permette di ridurre le perdite di trasmissione e distribuzione e dare maggior flessibilità al sistema elettrico.

Affinché possa esprimere al pieno le proprie potenzialità la microcogenerazione necessita tuttavia di un quadro normativo più snello dal punto di vista burocratico e di adeguate politiche di incentivazione dell’efficienza energetica, che supportino adeguatamente il rinnovo delle tecnologie oggi installate, spesso obsolete e che promuovano la partecipazione attiva al mercato da parte dei prosumer, ossia i produttori-consumatori di energia

Questo il contributo che i sottoscrittori del position paper “La micro-cogenerazione: un futuro intelligente e sostenibile per l’energia” vogliono mettere a disposizione nel futuro Piano Clima Energia per aiutare il Paese nel raggiungimento degli obiettivi europei 2030, dove la cogenerazione avrà sicuramente un ruolo strategico.

Numerose le testate che hanno diffuso il documento, tra le principali:

Molte sono le agenzie di stampa che hanno ripreso il comunicato di SNAM:
-    REPUBBLICA
-    AFFARI ITALIANI
-    QUALENERGIA
-    QUOTIDIANO ENERGIA

Fonte: 
Associazione
15/11/2018