Direttiva Bassa Tensione (LVD)

La Direttiva Bassa Tensione copre i rischi per la salute e sicurezza derivanti dall’utilizzo di apparecchiature elettriche entro taluni limiti di tensione.

La direttiva riguarda le apparecchiature elettriche con una tensione compresa tra 50 e 1000 V in corrente alternata e tra 75 e 1500 V in corrente continua.
Nella maggior parte dei casi le apparecchiature sotto Direttiva Bassa Tensione rientrano devono sottostare anche alla Direttiva Compatibilità Elettromagnetica.

La Direttiva 2006/95/CE è il risultato del processo di codifica della Direttiva 73/23/CEE.