Biomasse

Le biomasse sono costituite da materiale di origine biologica che possono essere usate come fonte di energia. Con il termine biomasse si intendono genericamente tutte le sostanze organiche, solide, liquide e gassose, che possono essere usate come fonti di energia direttamente ovvero tramite trasformazioni in altre sostanze.

La normativa vigente fornisce diverse definizioni di “biomassa”.
Il DLgs 3 marzo 2011 n°28, recepente la Direttiva europea 2009/28/CE sulla promozione dell'uso energetico delle fonti rinnovabili, all’art 2 definisce biomassa come: “la frazione biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti dall'agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali), dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, comprese la pesca e l’acquacoltura, gli sfalci e le potature provenienti dal verde pubblico e privato, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani.”

Essendo la biomassa materiale organico non fossile originato da cicli biologici (vegetali ed animali), è disponibile e rinnovabile nei limiti di riproducibilità del ciclo di origine. In ultima analisi l’energia fornita dalla biomassa è energia di origine solare, convertita attraverso processi di fotosintesi clorofilliana.

Benché le biomasse costituiscano un’importante fonte di energia, sia per l’so diretto, sia per la produzione di biocombustibili e biogas, è necessario che il loro sfruttamento sia sostenibile lungo tutta la filiera.
Da questo punto di vista la cogenerazione rappresenta un importante strumento per sfruttare al meglio questa preziosa risorsa.