Meccanica e occupazione per crescere in Europa e in Italia

“In Europa così come in Italia la manifattura continua a rappresentare il pilastro dell’economia anche in questo grave momento di crisi  – afferma Sandro Bonomi, Presidente di ANIMA nonchè Presidente di Orgalime (Federazione Europea della manifattura meccanica ed elettrica e Presidente ANIMA)  – Ci conforta il continuo supporto del Presidente Barroso e l’obiettivo di portare la manifattura europea a rappresentare dal 16% attuale al 20% del PIL entro il 2020, mi auguro che questo obiettivo sia condiviso, non solo, ma anche supportato dal sistema bancario che tuttora latita. Questo almeno nei confronti delle aziende che oggi hanno come unica opzione quella di essere cedute a investitori del Middle e Far East”.

Bonomi ha anche osservato: ”Per molte aziende che hanno un programma di investimenti a lungo termine, l’Unione Europea è divenuta troppo imprevedibile dal punto di vista della regolamentazione.”

In merito al tema preoccupante della disoccupazione  e in particolare di quella giovanile, Bonomi ha infine dichiarato “Una situazione disarmante e non più sostenibile dalle famiglie  e dalle imprese – sostiene Bonomi – Occorre agire subito sulla riduzione del carico fiscale per l’assunzione di under 35, agevolare percorsi di trasferimento di competenze tra personale avviato alla pensione ma ancora attivo e assunzioni di giovani tra i 15 e i 24 anni e, in generale,  alleggerire il peso del sistema fiscale a partire dal pagamento dell’Iva solo dopo aver incassato dai nostri clienti. Ciò faciliterebbe un immediato aumento dell’occupazione, ed il mantenimento in Italia delle risorse migliori”.

 





Aziende e prodotti

  • Elenco Soci e merceologie

    In questa sezione si trova il Repertorio delle Aziende associate ANIMA, database completo e funzionale delle imprese italiane del settore meccanico.