Intervento di Sandro Bonomi all'Assemblea di Orgalime

“I profondi squilibri finanziari in Europa sia nel pubblico sia nel privato, associati ad un ciclo di investimenti che non ha ancora sortito sviluppi positivi, sono le principali ragioni che stanno dietro alla difficile situazione instauratasi nel corso del 2013.

Molti governi dell’UE hanno fatto progressi in termini di consolidamento fiscale e riforme strutturali, ma questo non è sufficiente a consentire la ripresa economica: noi abbiamo bisogno di vedere un recupero degli investimenti del manifatturiero nell’Unione Europea, il che non è ancora avvenuto. L’UE non è ancora riuscita a creare le condizioni necessarie perché l’Europa torni ad essere il polo attrattivo del manifatturiero in conseguenza della realizzazione di un mercato interno. I politici stanno facendo troppo poco in questa direzione, sia a Bruxelles sia in molti paesi membri. In effetti il manifatturiero nel suo complesso, in termini percentuali di PIL della UE, è passato dal 15,9% del 2012 al 15,1% e la domanda, per la nostra industria, rimane ancora il principale motivo di preoccupazione per molti imprenditori.”

Questo il commento di Sandro Bonomi, Presidente ANIMA, nonchè Presidente di Orgalime, in occasione dell'Assemblea Generale della Federazione Europea (28-29 ottobre 2013).

AllegatoDimensione
csOrgalime_it291013.pdf224.2 KB

Aziende e prodotti

  • Elenco Soci e merceologie

    In questa sezione si trova il Repertorio delle Aziende associate ANIMA, database completo e funzionale delle imprese italiane del settore meccanico.