Protocollo volontario per le caldaie immesse sul mercato

Data: 
05/04/18

Il Procollo è un’iniziativa volontaria delle Aziende associate ad Assotermica (ed esteso anche alle non associate) per il monitoraggio delle caldaie immesse sul mercato nazionale ai sensi dei Regolamenti di Etichettatura Energetica e di Eco-design (reg. 811/2013, 813/2013).

Si propone di supportare il settore in una delicata fase di transizione verso apparecchi e sistemi ad alta efficienza energetica con l’obiettivo di:

tracciare presunte non conformità degli apparecchi di riscaldamento a gas (caldaie)commercializzati su tutto il territorio nazionale; 

►informare la filiera e l’utente finale circa l’importanza dell’etichettatura energetica e della rispondenza dei prodotti a tutti i requisiti legislativi di progettazione ecocompatibile;

sensibilizzare e supportare le Autorità preposte ai controlli nelle loro attività di sorveglianza di mercato.

Il Protocollo, grazie agli accordi con alcuni importanti Enti Notificati, consente di effettuare delle verifiche documentali e dei test di laboratorio sui principali parametri introdotti dai nuovi regolamenti europei  per gli apparecchi di riscaldamento.

In virtù dell’elevato numero di aziende aderenti, che garantiscono un alto grado di copertura del mercato da parte del Protocollo, l’iniziativa si propone di monitorare un’ampia fetta di ciò che viene commercializzato e di costituire un valido strumento di mutua sorveglianza a tutela dell’utente finale.

Riservato ai soggetti responsabili dell’immissione sul mercato di  caldaie a gas ai sensi dei Regolamenti di Etichettatura Energetica e Eco-design (reg.811/2013; 813/2013)

Aperto  sia ai Soci Assotermica che ai non Soci

Costi di sottoscrizione calcolati in base al Fatturato Italia delle aziende aderenti come segue:

 ► 2.000€ per aziende fino a 50 milioni di €

 ► 3.000€ per aziende da 50 milioni di € a 200 milioni di €

 ► 4.000€ per aziende sopra i 200 milioni di

Le aree di attività

►controlli a campione su apparecchi di riscaldamento di aziende aderenti all’Accordo

►controlli mirati su apparecchi di riscaldamento immessi sul mercato da aziende non aderenti all’accordo

►controlli mirati su apparecchi di riscaldamento immessi sul mercato da aziende aderenti all’accordo

L’Italia rappresenta il secondo Paese in Europa per produzione di apparecchi per riscaldamento e il secondo mercato con circa 800 mila pezzi venduti ogni anno e un parco installato di oltre 19 milioni di caldaie.

I Regolamenti di Etichettatura Energetica e Eco-design hanno completamente trasformato l’offerta di mercato da parte delle aziende del settore, che oggi sono leader nelle soluzioni ad alta efficienza energetica e/o con fonti rinnovabili.

L’introduzione dei nuovi requisiti di legge ha comportato una vera e propria “svolta epocale” per il comparto, con il fine ultimo di fornire sistemi ecocompatibili in un settore che in Europa detiene circa il 40% dei consumi di energia finale complessiva

Gli obblighi e le responsabilità sono diffusi su tutta la filiera, sia per i produttori di apparecchi che per chi sta a valle.

Proprio per questo è fondamentale che vi sia la costante attenzione su ciò che viene immesso sul mercato nell’interesse dell’industria termotecnica e in definitiva delle famiglie e della collettività.

Al momento hanno aderito al Protocollo le aziende (*)

ARISTON THERMO GROUP S.P.A. - BALTUR S.P.A. - BAXI S.P.A. - BSG CALDAIE A GAS SPA - COSMOGAS S.R.L. - ENERETICA SRL - FONDERIE SIME S.P.A. - ICI CALDAIE S.P.A. IMMERGAS S.P.A. - ITALTHERM S.R.L. - RADIANT BRUCIATORI SPA - RINNAI ITALIA S.R.L. - ROBERT BOSCH S.P.A. - UNICAL AG S.P.A. - VAILLANT GROUP ITALIA S.P.A. - VIESSMANN S.R.L. 

(*) Aziende che hanno sottoscritto il Protocollo alla data di stampa della brochure

AllegatoDimensione
Assotermica Brochure accordo-volontario.pdf849.85 KB