Lavori in ambito CTI

Data: 
20/10/17

Al fine di contribuire ai lavori in ambito CTI propedeutici alla revisione dell’”Obbligo di integrazione delle fonti rinnovabili negli edifici di nuova costruzione e negli edifici esistenti sottoposti a ristrutturazioni rilevanti” previsto all’articolo 11 del D.Lgs. 28/2011 e descritto nell’allegato 3, Assotermica ha avviato una collaborazione con dell’Università Politecnica delle Marche.

 

L’obiettivo, sulla base di quanto già attestato da una precedente analisi di Edilclima, è di eseguire delle simulazioni sulle principali configurazioni impiantistiche per la climatizzazione e la produzione di acqua calda al fine di verificarne il soddisfacimento di eventuali nuovi limiti massimi di energia non rinnovabile consumata.

A breve un abstract sarà disponibile in questa sezione

  
Le tecnologie di generazione del calore da porre all’esame del prof. Di Perna saranno le seguenti:
 
•             Caldaia a condensazione (semplice/combinata; unifamiliare e centralizzata)                       
•             Pompa di calore aria acqua
•             Ibrido caldaia a condensazione-PdC elettrica
•             PdC ad assorbimento
•             Pannelli solari termici
•             Scaldacqua PdC
 
Si ricorda che Assotermica ha chiesto nell’ambito del GC CTI l’esclusione dagli obblighi del D.Lgs. 28/11 per gli edifici di categoria E.8 “Edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili”, di conseguenza non sono state indicate le tecnologie specifiche per tali edifici.