Pubblicato il DPR 146/2018, in attuazione del Regolamento F-Gas 517/2014, che prevede l’istituzione della Banca dati dei gas fluorurati a effetto serra

Data: 
10/01/19

Sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.7 del 9 gennaio 2019 è stato pubblicato il D.P.R. 146/2018,  decreto nazionale che darà attuazione al nuovo regolamento F-Gas 517/2014.

Il provvedimento che abroga il D.P.R. 43/2012, entrerà in vigore il prossimo 24 gennaio 2019.

Tra le principali novità introdotte vi è l’istituzione della Banca dati dei gas fluorurati a effetto serra e delle apparecchiature contenenti tali gas  - Art.16.
In sostanza le vendite di gas fluorurati a effetto serra e di apparecchiature contenenti tali gas nonché le attività di assistenza, manutenzione, riparazione e smantellamento di dette apparecchiature, dovranno essere comunicate, per via telematica, alla Banca dati gestita dalla Camera di commercio competente, previa iscrizione a tale registro. Nello specifico:

Vendita a utilizzatori finali

Le imprese che forniscono apparecchiature non ermeticamente sigillate contenenti gas fluorurati a effetto serra agli utilizzatori finali, indipendentemente dalle modalità di vendita utilizzata, comprese le tecniche di comunicazione a distanza, a decorrere dal sesto mese successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto (dal 24 luglio 2019), dovranno comunicare alla Banca dati, all’atto della vendita e per via telematica, le seguenti informazioni:

tipologia di apparecchiatura;
numero e data della fattura o dello scontrino di vendita;
anagrafica dell’acquirente;
dichiarazione dell’acquirente recante l’impegno che l’installazione sarà effettuata da un’impresa certificata a norma dell’articolo 10 del regolamento (UE) n. 517/2014; in alternativa, se l’acquirente coincide con l’impresa certificata, il numero di certificato della stessa e l’anagrafica dell’utilizzatore finale. Nei casi in cui il venditore offra all’utilizzatore finale il servizio di installazione dell’apparecchiatura venduta, la dichiarazione è rilasciata dal venditore.

Installazione, controllo perdite, manutenzione, riparazione e smantellamento

A decorrere dall’ottavo mese successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto (dal 24 settembre 2019), l’impresa o la persona fisica certificata, a seguito dell’installazione oppure del primo intervento di controllo delle perdite, di manutenzione o di riparazione delle apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra, dovrà comunicare per via telematica alla Banca dati le seguenti informazioni:

numero e data della fattura o dello scontrino di acquisto dell’apparecchiatura (solo per chi effettua l’installazione);
anagrafica dell’operatore;
data e luogo di installazione;
tipologia di apparecchiatura;
codice univoco di identificazione dell’apparecchiatura;
quantità e tipologia di gas fluorurati a effetto serra presenti e eventualmente aggiunti durante l’installazione oppure durante il controllo, la manutenzione o la riparazione;
nome e indirizzo dell’impianto di riciclaggio o rigenerazione e, ove del caso, il numero di certificato, se le quantità di gas fluorurati a effetto serra installati sono state riciclate o rigenerate;
dati identificativi della persona fisica certificata o dell’impresa certificata che ha effettuato l’installazione oppure l’intervento di controllo, riparazione o manutenzione;
eventuali osservazioni.

Per quanto riguarda lo smantellamento delle apparecchiature, a decorrere dall’ottavo mese successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto (dal 24 settembre 2019) l’impresa o la persona fisica certificata dovrà comunicare per via telematica alla Banca dati le seguenti informazioni:

data e luogo di smantellamento;
anagrafica dell’operatore;
tipologia di apparecchiatura;
codice univoco di identificazione dell’apparecchiatura;
quantità e tipologia di gas fluorurati a effetto serra recuperato durante lo smantellamento;
misure adottate per recuperare e smaltire i gas fluorurati a effetto serra contenuti nell’apparecchiatura;
dati identificativi della persona fisica certificata dell’impresa certificata che ha effettuato l’intervento di smantellamento;
eventuali osservazioni.

Le informazioni relative al controllo delle perdite, all’installazione, alla manutenzione, alla riparazione o allo smantellamento devono essere comunicate per via telematica alla Banca dati entro 30 giorni dalla data dell’intervento.

Scarica il decreto:

AllegatoDimensione
D.P.R. 16 novembre 2018 n. 146.pdf347.4 KB