Primo trimestre 2019: segno più per split, VRF e macchine idroniche a pompa di calore

Data: 
10/05/19

La rilevazione trimestrale di Assoclima sul mercato Italia mostra un inizio 2019 positivo per il comparto dell’espansione diretta: +6% a volume e +8,4% a valore per i sistemi monosplit, +16,9% a volume e +18,3% a valore per i multisplit, +24,3% a volume e +12,8% a valore per i sistemi miniVRF e VRF. Segno più anche per condizionatori packaged e rooftop (+1,4% a volume e +35,7% a valore), mentre inizia l’anno in negativo il settore dei condizionatori monoblocco e trasferibili (-36,3% a volume e -30,6% a valore).

Nel comparto centralizzato prosegue anche nel primo trimestre 2019 il trend positivo delle apparecchiature idroniche condensate ad aria (+22,2% a volume e +20,6% a valore), con una crescita complessiva del +23,6% a volume e del 24,7% a valore per le versioni a pompa di calore. Tra le pompe di calore risulta ancora una volta ottima la performance degli apparecchi con potenze inferiori a 17 kW, cresciuti del 22,1% a volume e del 21,2% a valore.

Si registra qualche dato positivo anche per i gruppi frigoriferi condensati ad acqua in versione a pompa di calore con potenze fino a 17 kW (+53,7% a volume e + 60,5% a valore) che compensa in parte il calo nelle altre fasce di potenza e nelle versioni solo freddo.


Si conferma anche nei primi tre mesi del 2019 il buon andamento per le unità di trattamento aria (+13,5% a volume e +17,2% a valore) e i terminali (+6,5% a volume e +9,8% a valore).
Le rilevazioni trimestrali di Assoclima si riferiscono al solo mercato Italia e non comprendono la produzione e l’esportazione.