Evangelisti è il nuovo Presidente di Assogrigliati/ANIMA

La recente assemblea dei soci aderenti all’Associazione Assogrigliati (Associazione nazionale tra i produttori italiani di grigliati elettrosaldati e pressati in acciaio e leghe metalliche), federata ad ANIMA, ha provveduto al rinnovo delle cariche di Presidente e Vice Presidente per il prossimo biennio.
È stato eletto Presidente Salvatore Evangelisti, (I.M.I. Industria Metallurgica Irpina S.r.l.), affiancato dal Vice Presidente Marco Marinelli, Libra Industriale S.p.A.


I dati di preconsuntivo 2011 segnalavano una crescita del valore della produzione del 2,1%, e prevedevano una ulteriore crescita del 2% per il 2012. Arrivati a questo punto dell’anno, ritiene di poter confermare questi dati?

In linea generale un fattore di assestamento del valore della produzione del 2012 era atteso nei confronti del 2011, per cui sì, mi trovo in linea con i dati esposti.
Più nel dettaglio bisogna registrare un evento significativo che si è da poco verificato: parlo della assenza commerciale e produttiva, presumo temporanea, di “Italgrigliati” e “Orsogril”, grossi gruppi di produttori del settore grigliati.
In conseguenza di ciò i rimanenti produttori di grigliato elettrosaldato hanno registrato dei trend produttivi in aumento.
Per fare un esempio, i nostri dati aziendali, ad aprile, portavano un aumento della produzione del 3 percento, credo sia una tendenza diffusa.

Ritiene stabile il prezzo dell’acciaio?
Di fondo lo reputo un prezzo ciclico; ultimamente, per quanto attiene all’acciaio relativo al nostro comparto, si è verificata una stabilizzazione del prezzo, con lievissime variazioni in aumento e diminuzione. Nell’ultimo anno e mezzo possiamo affermare che il prezzo sia stato fondamentalmente stabile. Questo fenomeno, dal punto di vista degli operatori, offre delle garanzie di continuità rispetto ad alcuni anni passati, quando si assisteva, nel giro di due o tre mesi, ad aumenti di cento o duecento euro per tonnellata (parlo della materia prima). Di contro non c’era la possibilità di ribaltare, in un tempo così ristretto, gli aumenti sul prezzo del prodotto finito. Senza dubbio la invarianza dei prezzi della materia prima rappresenta una garanzia di stabilità.
Tornando ai dati di preconsuntivo 2011, le esportazioni sembrano mantenersi stabili.
Bisogna però fare una precisazione: con la assenza dei due maggiori gruppi del nostro settore (“Orsogril” e “Italgrigliati”) l’export è crollato verticalmente; se prima c’era una percentuale di attività legata all’estero, da allora è praticamente scomparsa. Non c’è, in questo settore, un radicato approccio al mercato estero, mancano quelle opportunità che, seppur con situazioni di alternata fortuna, venivano perseguite dai due gruppi precedentemente.
Le rimanenti aziende stanno più che altro occupandosi di consolidare il proprio mercato interno, è questa al momento la priorità.

Quali sono i punti che intende sviluppare in questo mandato di presidenza?
Abbiamo già cominciato, attraverso un’attività più collegiale rispetto al passato, a porre all’attenzione e al servizio degli Associati una serie di attività che come Assogrigliati possiamo offrire loro. Noi siamo delle piccole realtà, principalmente aziende medio piccole, non abbiamo al nostro interno una struttura organizzativa basata su un’attività strutturata degli acquisti della materia prima, o della ricerca e dell’innovazione, del controllo di gestione, o del controllo e recupero dei crediti. In altre parole, siamo imprese che si identificano con il titolare. La figura del titolare è al tempo stesso la forza, ma anche il punto di debolezza delle nostre aziende.
Attraverso un’attività svolta in Associazione con l’aiuto di esperti che lavorino a progetto sulle varie tematiche aziendali, miriamo a fornire agli Associati questo tipo di beneficio spesso precluso o difficile da raggiungere proprio a causa della dimensione dell’azienda stessa.
Inoltre continuerà il nostro contributo alla stesura delle norme di riferimento per il settore, da sempre nostro impegno primario: in primo luogo sono da ricordare le norme UNI 11002-1-2-3, pubblicate nel 2002, e in seguito revisionate in base alle disposizioni del D.M. 14 gennaio 2008 riguardante le nuove norme tecniche di costruzione. E nella stessa direzione il progetto, nato nel 2005 e sempre attuale, “Guida all’utilizzo del grigliato” che include le tabelle di portata pedonale e di veicoli”