La manutenzione della segnaletica stradale

Perché mantenere in ordine la segnaletica?
Una segnaletica stradale inadeguata è causa diretta dell'inefficienza della rete stradale. I processi manutentivi ottengono i risultati desiderati quando si sa cosa fare, gli obiettivi dell'azione sono ben fissati e le risorse destinate al raggiungimento dell'obiettivo sono "gestite" e non solo "impegnate": prima di pensare a "nuove risorse" è bene gestire meglio le "risorse disponibili".

È razionale e conveniente "programmare il futuro" per decidere "ora" che cosa è necessario (o utile) fare nel breve, nel medio e nel lungo termine; ed è ugualmente ragionevole decidere quali interventi immediati, organizzativi e finanziari, è necessario intraprendere per andare verso la direzione desiderata. È preferibile in generale gestire informazioni oggettive su fatti e numeri, in maniera semplice e direttamente sulla mappa geografica. È bene essere "sistematici" circa le decisioni da adottare, e cioè applicare una esplicita procedura (conoscenza, monitoraggio e gestione dei dati) per rivedere i piani a lungo termine alla luce di nuove informazioni, valutazioni ed analisi, e poter trasferire i mutamenti dei piani nelle conseguenze amministrative e di bilancio.Rispetto al "singolo" detentore delle informazioni, unico depositario di tutta l'attività organizzativa e manutentiva della segnaletica stradale, è più utile la rappresentazione del patrimonio segnaletico su mappe georeferenziate, in un'infrastruttura di rete in grado di agevolare la raccolta e la condivisione della conoscenza e delle applicazioni per la distribuzione delle informazioni e per l'estrazione di informazioni utili. Agevolare la partecipazione diretta coinvolgendo "tutti gli attori protagonisti" nel processo decisionale stesso, migliora l'accesso ai contenuti rilevanti e alle opzioni disponibili, permettendo così di interagire con i responsabili delle decisioni in tempo reale e attraverso contributi concreti.

Le Strade - Dicembre 2011

AllegatoDimensione
Leggi tutto l'articolo1.84 MB