Sollevamento: svolta sicurezza

“Sono stati tre anni intensi di confronto tra noi imprenditori e l’ente di controllo Inail" spiega il Presidente di Aisem Pietro Almici, "Un lavoro appassionante e appagante nato dall’esigenza delle aziende dei macchinari del sollevamento e della movimentazione, rappresentate da Aisem e Ucomesa all’interno di ANIMA, di potersi riferire a schede tecniche adeguate e condivise che siano guida per la sicurezza e la manutenzione. Il gruppo di lavoro, costituito da Aisem, Ucomesa, Ance, Anfia, Confindustria, Ministero del lavoro e Inail, si è impegnato per rendere luminosa una zona d’ombra della normativa sulla sicurezza, che è vitale sia per chi lavora e sia per chi ha la responsabilità ultima dell’operato. Basti pensare che il 70% del parco macchine esistente ha più di 20 anni. C’è molto da fare insomma”.

È innegabile che tale lavoro sia di ausilio ai manutentori, che devono verificare le macchine marchiate CE, e ai datori di lavoro, che hanno l’onore della responsabilità ultima degli infortuni.
L’iniziativa non nasce da un’imposizione da parte degli enti di controllo bensì dal desiderio imprenditoriale di una maggior chiarezza per un miglior lavoro quotidiano.
Le schede di lavoro sono un utile supporto per la definizione di piani per i controlli e sono suddivisi in apparecchi fissi, trasferibili e mobili, tutti corredati da una parte relativa agli accessori di sollevamento.
Aisem e Ucomesa intendono prossimamente prevedere un ciclo di scambi informativi sull’argomento.