Due pesi e due misure e... due energie

Data: 
07/05/18

Da tempo Climgas chiede ai Ministeri competenti che sia corretta una valutazione errata dell’energia rinnovabile catturata da Pompe di Calore.
Come noto, il D.Lgs. 28/2011 all’allegato 3 prescrive la copertura di una quota parte minima del fabbisogno energetico degli edifici con energia rinnovabile. Per il 2018, in assenza di ulteriori proroghe di legge, la quota minima di soglia è passata dal 35% al 50%.
Il valore è sicuramente sfidante e i progettisti si trovano oggi più di ieri nella necessità di avere più strumenti possibili per il raggiungimento del 50%, ma una valutazione errata dell’energia catturata dalla pompe di calore a gas rende difficile  la loro applicazione.
In breve, il metodo di calcolo della quota di energia rinnovabile (indicato questa volta all’allegato 1 del D.Lgs. 28/2011), viene  svolto in modo diverso per le pompe di calore elettriche e quelle a gas:
- Per le pompe di calore elettriche, il computo è fatto sulla base dell’energia elettrica consumata dalla pompa di calore, quindi sulla base dell’energia finale della stessa.
- Per le pompe di calore a gas, invece, il computo è svolto sulla base del gas consumato, quindi sull’energia primaria (a meno di un 5% nel coefficiente di conversione), con un'evidente e ingiustificata penalizzazione delle tecnologie agas.
La stortura è tanto più evidente se si considera che il DM 16 febbraio 2016 “conto termico”, all'allegato 2, parafgrafo 2, computa correttamente le energie finali per entrambe le tecnologie!

Per eliminare quello che sempbra un errore legato anche all'età del provedimento (la Direttva 28 "FER" dalla quale deriva il D.Lgs. 28/2011 è del 2009) Climgas, collaborando con in  CTI – Comitato termotecnico Italiano, ha predisposto una specifica FAQ per computare correttamente la quota FER da pompe di calore a gas.

Questa FAQ, inclusa in una terza serie di domande sulla corretta applicazione dei DM 26 giugno 2015 (“requisiti minimi “ e “linee guida APE”) fa seguito alle prime due serie di FAQ, sempre redatta in ambito CTI e inviate al MiSE.

Tuttavia, mentre le prime due serie sono da tempo pubblicate sul sito del miSE,la terza non è ancora stata pubblicata. Climgas chiede da tempo che sia ora pubblicata anche questa terza serie di FAQ, che ristabilirebbe la giusta neutralità alle tecnologie a disposizione dei progettisti per una sempre maggior diffusione di tecnologie più pulite e sostenibili.


Clicca qui per la prima serie di FAQ sui DM 26 giugno 2015 pubblicate sul sito del MiSE

Clicca qui per la seconda serie di FAQ sui DM 26 giugno 2015 pubblicate sul sito del MiSE
 

AllegatoDimensione
20161104_CLIMGAS_Calcolo_copertura_FER.pdf368.62 KB