La Meccanica fa squadra con la politica in Europa e in Italia

Data comunicato stampa: 
14/04/2011
Al via il Club della Meccanica ANIMA per favorire il dialogo, la decisione, l’azione fra Industria a Politica

La Meccanica fa squadra con la politica in Europa e in Italia

Al via il Club della Meccanica ANIMA per favorire il dialogo, la decisione, l’azione fra Industria a Politica

Milano, 14 aprile 2011 – Qualità, stile e competenza le peculiarità della Meccanica italiana che il 18 aprile si confronterà con il mondo politico europeo e italiano in occasione dell’incontro inaugurale del Club della Meccanica. La Federazione ANIMA esprime così l’esigenza delle aziende meccaniche di realizzare una grande azione collaborativa tra gli imprenditori e i rappresentanti della politica. La novità dell’iniziativa è nella continuità di dialogo con chi siede ai tavoli decisionali. Il Club della Meccanica è un punto preferenziale di incontro e si svolgerà in numerosi appuntamenti in tutta Italia che tratteranno le tematiche più vicine agli imprenditori della meccanica italiana. “Made in Italy e Regolamento Made in: due aspetti diversi per il successo delle aziende italiane” sarà l’oggetto dell’incontro di lunedì prossimo presso l’Hotel Principe di Savoia a Milano.

“Riuniamo gli imprenditori della meccanica in un momento di dialogo informale ma concreto, come avviene tipicamente all’interno di un club. – dichiara Sandro Bonomi, Presidente ANIMA – Per questo promuoviamo l’idea di un Club della Meccanica. L’industria e la politica hanno bisogno di conoscersi reciprocamente sempre meglio e confrontarsi positivamente. Gli imprenditori hanno bisogno di interagire con chi fa politica e, in particolare, con chi è in grado di promuovere l’eccellenza italiana ad esempio attraverso lo sviluppo di norme per la competitività, di iniziative per la detassazione degli investimenti volti alla creazione di posti di lavoro e di misure per alleggerire il carico fiscale delle imprese italiane che partecipano a bandi di gara nazionali e internazionali”.

Interverranno gli Onorevoli Muscardini, Rinaldi e Susta che, in seno al Parlamento Europeo, stanno lavorando attivamente sul dossier del Regolamento Made in. Saranno presenti alla tavola rotonda, tra gli altri, l’On. Fava, Presidente della Commissione parlamentare Anticontraffazione, e Giuseppe Peleggi, Direttore dell’Agenzia delle Dogane, alla luce dei recenti clamorosi sequestri avvenuti sul territorio italiano, e il professor Marco Fortis, vice presidente Fondazione Edison. Tra gli imprenditori, che dialogheranno con i politici durante la tavola rotonda, Luca Tosto, CEO della Walter Tosto SpA. Concluderanno i lavori l’Avv. Rossoni, della direzione generale per la politica commerciale internazionale del Ministero dello sviluppo economico, l’On. Andrea Gibelli, Vice Presidente Regione Lombardia, e l’On. Maurizio Lupi, Vice Presidente della Camera dei Deputati. “Abbiamo la necessità di rendere più competitive le nostre aziende quando ne hanno più bisogno, quando devono affrontare, cioè, competitor stranieri sempre più presenti anche sul territorio italiano. – conclude Sandro Bonomi, Presidente ANIMA – Anche per questo la Federazione ANIMA è impegnata da tempo in questa direzione. Ad esempio, ha costituito nel 2006 il Comitato Anticontraffazione assieme a MCE - Mostra Convegno Expocomfort - per stanare la proliferazione dei falsi, anche nel settore della meccanica, a tutela degli espositori in fiera. Ancora, nel 2008 ANIMA ha firmato con l’Agenzia delle Dogane il protocollo d’intesa per favorire la diffusione delle migliori pratiche doganali, che ha portato anche al “Progetto Dogana Facile” che stiamo proficuamente sviluppando con i nostri associati per ridurre i costi legati a import-export e per aumentare la sinergia e la collaborazione con l’Agenzia delle Dogane stessa”.

18 aprile 2011 – ore 15.30 Milano – Hotel Principe di Savoia Club della Meccanica “Made in Italy e Regolamento Made in: due aspetti diversi per il successo delle aziende italiane”

ANIMA - Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica Varia ed Affine - è l'organizzazione industriale di categoria che, in seno a Confindustria, rappresenta le aziende della meccanica varia e affine, un settore che occupa 192.000 addetti per un fatturato di circa 41 miliardi di euro e una quota export/fatturato del 50% (dati riferiti al pre-consuntivo 2010). I macrosettori rappresentati da ANIMA sono: macchine ed impianti per la produzione di energia e per l'industria chimica e petrolifera- montaggio impianti industriali; logistica e movimentazione delle merci; tecnologie ed attrezzature per prodotti alimentari; tecnologie e prodotti per l'industria; impianti, macchine prodotti per l'edilizia; macchine e impianti per la sicurezza dell'uomo e dell'ambiente; costruzioni metalliche in genere.

AllegatoDimensione
Comunicato Club della Meccanica195.15 KB

Aziende e prodotti

  • Elenco Soci e merceologie

    In questa sezione si trova il Repertorio delle Aziende associate ANIMA, database completo e funzionale delle imprese italiane del settore meccanico.